CONDIVIDI
Kimi Raikkonen e Federica Masolin di Sky (©Getty Images)

Niente più F1 per tutti. Dal prossimo anno chi vorrà godersi lo spettacolo della massima serie dovrà equipaggiarsi di abbonamento SKY. La notizia, prima soltanto vociferata e questo martedì diventata realtà, arriva dopo una lunga discussione con Liberty Media, ma soprattutto all’interno del Consiglio Generale dell’azienda, che dopo attenta analisi ha optato per l’interruzione della messa in onda dei GP dopo un servizio continuativo partito negli anni ’90.

Scartata quindi anche la possibilità di mandare in diretta libera soltanto i quattro GP più importanti della stagione, ossia Montecarlo, Monza, e i due conclusivi, mentre gli altri diciassette in differita, la televisione pubblica ha deciso di cedere l’intero pacchetto preferendo puntare sulle Olimpiadi Invernali che si svolgeranno nella Corea del Sud, grazie alle forti spinte del Presidente del CONI Giovanni Malagò, e la Champions League di calcio, quest’anno appannaggio di Mediaset.

Sebbene il nuovo gruppo proprietario del Circus abbia dato tempo fino a metà gennaio per definire gli accordi triennali, difficilmente ci saranno ripensamenti. Le cause della cessione starebbero tutte nella mancanza di fondi. Troppo alte le richieste di denaro per i diritti di trasmissione e troppo pochi i ricavi finora.

In particolare il cuore della questione ruoterebbe attorno alle difficoltà che sta attraversando RAI 1, rete ammiraglia del sistema radiotelevisivo italiano. In costante calo di audience, il canale avrebbe perso buona parte della raccolta pubblicitaria preventivata. Se infatti la direzione sperava di affidarsi alle buone prestazioni di Fabio Fazio con il suo Che Tempo che Fa purtroppo è rimasta scornata visto che gli ascolti registrati finora non hanno mai neppure sfiorato i 4 milioni.

A questo punto dovendo rinunciare ai gran premi targati RAI, ai tifosi della F1 resta solamente da chiedere un regalo a Babbo Natale. Quello che almeno TV8, broadcaster legato all’impero di Rupert Murdoch, mandi in onda un po’ sullo stile MotoGP almeno qualche corsa.

Chiara Rainis

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori