CONDIVIDI
Daniel Ricciardo (©Getty Images)

F1 | Daniel Ricciardo: “Non voglio più guidare la Red Bull!”

Chissà se si è trattata soltanto di una minaccia a caldo dovuta alla frustrazione giustamente provata o se davvero andrà a finire così. Sta di fatto che un arrabbiatissimo Daniel Ricciardo, dopo l’ennesimo ritiro per motivi tecnici, precisamente l’ottavo nel campionato 2018, ha dichiarato non essere più disposto a mettersi al volante della Red Bull RB14.

“Ci vediamo l’anno prossimo. Non ci sarò alle ultime due gare della stagione!”, le amare parole dell’australiano, giusto il giorno prima estasiato per la pole ottenuta. “Anche in questa occasione un problema sulla macchina. E’ da una vita che non vi dritto un weekend. Il guai sono cominciati dalla partenza. Tutte le simulazioni di start erano andate bene ed invece al semaforo spento è successo qualcosa. Non so perché capiti tutto solo la domenica. Non ho più spiegazioni. A questo punto lascio la mia monoposto a Gasly. Io ho finito!”,

I vertici annacquano la situazione

Siccome a pensar male si fa peccato, ma a volte si indovina, nelle menti di tutti si è fatto strada il dubbio che qualcuno dal box energetico stia facendo i dispetti al driver di Perth per fargli pagare la decisione di passare alla Renault nel 2019.

Dal canto loro però i vertici del team austriaco naturalmente glissano sull’argomento e in merito a quanto si è visto all’Hermanos Rodriguez hanno dato la colpa al 29enne. “Daniel ha lasciato la frizione un po’ troppo velocemente e poi ha cercato di recuperare la trazione con l’acceleratore, ottenendo lo slittameno delle ruote posteriori” , ha dichiarato il responsabile Christian Horner a proposito del misterioso stallo al via accusato da Ricciardo. Quindi a proposito di ciò che invece lo ha fermato a bordo pista al giro 61, ha detto: “E’ probabile che si sia trattato del medesimo problema alla frizione che aveva colpito anche Verstappen nelle libere 2”.

Per chiudere il commento tranchant del talent scout Helmut Marko, impegnato ultimamente a sbeffeggiare il suo pilota per quello che sarà il suo futuro ad Enstone – Viry.  “Ha avuto una brutta partenza, quindi ha solamente sbagliato procedura. In seguito si è rotto il cuscinetto della frizione ed è stato un vero un peccato perché è molto frustrante dover rinunciare a una doppietta che sarebbe stata fantastica“.

Chiara Rainis

Resta sempre aggiornato con le nostre ultimissime news di motori e altro su Google News

 

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori