CONDIVIDI
Sébastien Ogier (©Getty Images)

La notizia è arrivata a qualche ora di distanza dal termine del Rally del Messico che lo ha visto trionfare e celebrare il successo su un podio reso ancora più caldo dalla presenza massiva di tifosi scalmanati che bisogna dire ogni anno rendono l’evento centroamericano un appuntamento clou del calendario del WRC. Sébastien Ogier è stato privato dei 4 punti extra conquistati nella Power Stage di Las Minas da 11,07 km, conclusa in piazza d’onore dietro ad Ott Tanak.

La motivazione fornita dai commissari intervenuti è stata questa, in pratica il pilota M-Sportnon è passato attorno agli elementi della chicane come invece indicato sul Road Book“. Secondo il report quindi, il campione del mondo avrebbe colpito con l’anteriore della sua Ford Fiesta il primo blocco utilizzato per creare la finta variante e urtato il successivo in uscita di curva. Un taglio, che forse per la presenza delle telecamere che stavano trasmettendo in diretta la speciale, non è passato inosservato e che dunque ha fatto scivolare il driver di Gap dalla seconda alla settima posizione di ps causa i 10” di penalità comminati.

“Stiamo cercare di spiegare agli steward che non era nostra intenzione fare quella manovra, tanto che prima dell’avvio dello stage avevo chiesto chiarimenti in caso avessi commesso un errore in quel punto”, si è giustificato il francese. “Io sono il primo a battermi per la pari condizioni e anche per questo avevo detto al mio navigatore Julien Ingrassia che forse bisognava sollecitare gli organizzatori a mettere dell’acqua all’interno delle barriere in modo da renderle più pesanti. Considerato quanto successo avrei dovuto farlo!”.

“A mio avviso la punizione ricevuta è eccessiva. Al massimo avrò guadagnato 1 o 2 decimi e sono certo che emergerà pure dai dati a disposizione”, ha infine precisato.

Sebbene la squadra di Ogier abbia subito fatto ricorso, la FIA ha proceduto nella nuova assegnazione del punteggio, motivo per cui il bonus è andato a Jari-Matti Latvala, Andreas Mikkelsen e Sebastien Loeb. Per quanto concerne la classifica generale il transalpino continua a comandare con 56 lunghezze contro le 52 di Thierry Neuville.

Chiara Rainis