CONDIVIDI
Sébastien Loeb (©Getty Images)

WRC| Citroen ammette: “Il sogno? Schierare Loeb nel 2019”

Le ottime prestazioni di Loeb nelle sue due uscite iridate 2018 in Messico e Corsica hanno conquistato il cuore della dirigenza Citroen. Se poi consideriamo che i due piloti ufficiali Craig Breen e Kris Meeke sono quasi sempre lontani dai vertici, non stupisce che la scuderia francese abbia manifestato una certa nostalgia canaglia. Ciò nonostante, consapevole che Sébastien non accetterà mai di tornare al 100% nel WRC, tramite il suo team principal Pierre Budar, ha ribadito che il Rally di Spagna del prossimo ottobre, sarà l’ultima gara in cui vedremo l’asso alsaziano con i colori del Double Chevron.

“Di certo non vogliamo per il 2019 una presenza spot come abbiamo visto quest’anno”, ha affermato il dirigente a Motorsport.com. “Séb ha deciso di abbandonare la disciplina per un motivo preciso, dunque non vedo come si possa ricominciare assieme sapendo che si era fermato o perché era stanco, o per altro che non è nostra conoscenza. Ovviamente sarebbe un’idea meravigliosa averlo con noi per l’intera stagione, mentre non credo sia affatto positivo schierarlo solo in alcune occasioni, in quanto abbiamo necessità di creare un’organizzazione stabile”.

Una nuova vita

Passato con fortune alterne dal misto terra asfalto, ai circuiti del WTCC, l’Extraterrestre è stato protagonista di alcune edizioni della Dakar con la Peugeot e ormai da un paio di campionati sta viaggiando nel pianeta a lui più affine del WRX, dove dopo una fase di apprendistato, ha cominciato a raccogliere i frutti e con essi delle vittorie, come quella recente in Belgio.

 

Per adesso sono concentrato sul rallycross e non ho tempo di fare altro”, aveva tagliato corto Loeb rispondendo a chi gli domandava di un suo ritorno nel mondiale rally. “Quando mi sono ritirato l’ho fatto per un motivo che non è cambiato. Competere di tanto in tanto mi può andar bene, ma un intero calendario non è nei miei piani“.

Chiara Rainis