CONDIVIDI

F1 | Bottas punito, ma solo per il contatto con Ricciardo

Arrivato al parco chiuso dell’Hungaroring con in tasca un magro quinto posto che fino a pochi giri dal termine avrebbe potuto essere un secondo Valtteri Bottas ha dovuto mandare giù pure una punizione.

Non per il contatto al giro 64 con Sebastian Vettel che oltre a buttarlo indietro, gli ha tolto un pezzo di ala anteriore, bensì per quello con Daniel Ricciardo alla curva 1 appena quattro tornate dopo che certo non ha fatto bene alla sua W09.

A nulla è servito l’invito del muretto Mercedes a far passare il pilota Red Bull, il collegio dei commissari sportivi presenti Ungheria ha deciso di sanzionare il finnico con una penalità in tempo di 10″ sulla classifica della gara e due punti sulla patente che comunque non hanno alterato la graduatoria conclusiva.

Le due versioni

“Ho cercato di lasciargli tutto lo spazio possibile, ma penso che avesse una monoposto molto danneggiata perché mi è venuto addosso in modo esagerato“, ha dichiarato il driver di Perth, giustificativo nei confronti dell’avversario.

“Non avevo una parte della front wing”, ha provato a spiegare il biondo di Nastola. “Per cui non deve stupire se in staccata c’è stato un bloccaggio. Daniel doveva lasciarmi più strada per approcciare la curva, tuttavia ringrazio il team per avermi consigliato di restituirgli la posizione“.

La nota ufficiale

Nel rapporto degli steward è stato scritto che Ricciardo ha lasciato a Bottas “parecchio spazio” e la collisione è avvenuta perché la Mercedes è andata dritta “a causa della minore deportanza garantita dall’ala anteriore danneggiata”.

Diversamente il crash con il posteriore della Ferrari di Seb non è stato indagato perché giudicato da subito come un normale incidente di corsa.

Chiara Rainis

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori