CONDIVIDI
Jorge Lorenzo, Lin Jarvis, Valentino Rossi e Bradley Smith (getty images)
Jorge Lorenzo, Lin Jarvis, Valentino Rossi e Bradley Smith (getty images)

Yamaha ha trionfato in pieno nel GP di Phillip Island, dove sul podio sono saliti Valentino Rossi e Jorge Lorenzo, del team ufficiale, e Bradley Smith, del team satellite Monster Tech3. Senza dimenticare che negli ultimi Gran Premi Yamaha ha dato filo da torcere alle Honda di Marc Marquez e Dani Pedrosa, sebbene i giochi siano ormai conclusi. Resta, però, la grande sfida per il secondo posto!

Ma dopo tanto lavoro la casa di Iwata sembra aver ottimizzato la M1 di Valentino Rossi e Jorge Lorenzo, in aperta contesa per il secondo posto in classifica iridata. Una piccola grande soddisfazione per Yamaha e il boss Lin Jarvis, in una stagione iniziata tutta in salita con il predominio Repsol Honda. In un’intervista al quotidiano spagnolo ‘As’ Lin Jarvis confessa di aver ritrovato il buon umore e analizza l’ultima gara in Australia.

 

 

QUI PHILLIP ISLAND – “Marc (Marquez, ndr) aveva un ritmo migliore – ha ammesso il team manager della Yamaha -. Però il pneumatico lo ha tradito, come è successo a molti altri piloti. I nostri piloti erano al sicuro con le gomme ‘soft’, ed io penso che quella fosse chiaramente la direzione da seguire. Anche se abbiamo visto Jorge (Lorenzo) in difficoltà con le gomme negli ultimi due terzi della gara… Ma è fantastico per noi aver raggiunto le quattro vittorie consecutive, due per Valentino (Rossi) e due per Jorge, con in più Bradley (Smith) per la prima volta sul podio in carriera che ha regalato il primo podio stagionale a Tech3″.

 

YAMAHA SI AVVICINA ALLA HONDA – Un podio interamente firmato Yamaha era un evento che non avveniva dal 2008 a Le Mans, quando sul podio salirono Valentino Rossi, Jorge Lorenzo e Colin Edwards. Ma adesso la casa di Iwata sembra aver quasi colmato il gap dalle Honda ufficiali: “Penso che siamo molto, molto vicini. Il nostro cambio è migliorato, ma siamo migliorati notevolmente anche in frenata, con il freno motore che ha fatto progressi davvero significativi – ha spiegato Jarvis -. Sì, siamo migliorati in molti piccoli dettagli. Praticamente, abbiamo mantenuto i nostri tradizionali punti di forza e abbiamo migliorato in alcune aree in cui eravamo più deboli rispetto a Honda. Ma in Australia abbiamo visto che sono i piloti quelli che determinano le differenze tra Yamaha e Honda – ha aggiunto -, perché Marquez aveva comunque quel qualcosa in più che avrebbe potuto cambiare la storia della corsa. Il punto è che poi è caduto, ma queste sono le corse”.

 

Festa sul podio di Phillip Island (getty images)
Festa sul podio di Phillip Island (getty images)

GRANDE SFIDA ROSSI-LORENZO – Nelle ultime due gare assisteremo alla sfida per il secondo posto tra Valentino Rossi e Jorge Lorenzo: “Spero sarà una lotta leale, come lo è stata a Phillip Island – ha dichiarato Lin jarvis -. Mi aspetto una battaglia molto accesa tra loro, ma allo stesso tempo molto corretta. E anche se l’ultimo fine settimana è stato un incubo per lui, secondo me Dani non è ancora fuori dai giochi, anche se, ovviamente, il suo ritiro ci ha aiutato molto”.

 

VALENTINO ROSSI INTRAMONTABILE – Fatto sta che Valentino Rossi continua a stupire ed essere l’orgoglio della Yamaha, un pezzo di leggenda che non potrà mai essere cancellato dagli annali della MotoGP e della casa nipponica: “E’ qualcosa di folle! Sabato mattina stavo guardando le prove dal rettilineo box, e ricordavo quando siamo venuti qui per vincere il nostro primo mondiale insieme, nel 2004, osservandolo sfrecciare sullo stesso rettilineo a gas spalancato, con i colori blu e giallo. E mi sono detto: ‘Questo è incredibile! Sono passati dieci anni, e lui riesce ancora a fare le stesse cose‘”.

La sua fame è incredibile – ha concluso Jarvis -: penso che l’entusiasmo per questo sport lo abbia mantenuto giovane, e questo è fantastico. E la prova più evidente sono tutti quei tifosi che hanno celebrato la vittoria con lui. Lo amano tutti”. E su questo non ci sono mai stati dubbi!

 

 

Redazione

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori