CONDIVIDI

Mostra Ayrton Senna

“Ayrton Senna 25”, una mostra in Italia dal 29 marzo

Il 29 marzo (fino al 14 aprile) sarà aperta al pubblico la mostra “Ayrton Senna 25”, presso Palazzo Mazzetti, suggestivo spazio espositivo e affascinante palazzo barocco nel centro storico di Asti. Un tributo al campione di Formula 1 a cura dell’Instituto Ayrton Senna attraverso il suo Padrino per l’Europa Claudio Giovannone.

La mostra, ad ingresso gratuito, sarà organizzata in collaborazione con la Fondazione Asti Musei e il Comune di Asti. In esposizione tute, caschi e molti altri oggetti utilizzati da Senna nel corso della sua carriera, accanto a quelli della vita privata, per una collezione di memorabilia che è la più completa mai esposta in Europa. Trenta ambienti tematici, effetti sonori, voci, immagini e filmati per una immersione a 360 gradi nella favolosa storia di Ayrton. Un’occasione unica ed irripetibile per ripercorrere la vita dell’uomo campione, grazie alla collezione messa a disposizione dall’Instituto Ayrton Senna e da collezionisti privati.

L’Instituto Ayrton Senna

Un modo per raccontare la storia del Senna campione, ma anche quella dell’uomo attento alle sorti del suo Paese, attraverso la creazione dell’Instituto Ayrton Senna, la più importante organizzazione privata a livello mondiale per l’assistenza all’infanzia. L’Instituto, di cui è da sempre Presidente la sorella Viviane, dal 1994 ad oggi ha già fornito assistenza ad oltre 18 milioni di bambini in 1300 città del Brasile, con programmi di nutrizione, assistenza medica, studio, gioco e sport.

La mostra, ideata e curata dall’architetto Piergiorgio Pascolati, oltre a commemorare il campione brasiliano ha anche finalità benefiche a favore dell’Instituto Ayrton Senna. I partecipanti infatti riceveranno all’ingresso tutte le informazioni necessarie per poter effettuare, nel caso in cui lo desiderino, una donazione all’Instituto.

“In qualità di Presidente dell’Instituto Ayrton Senna volevo ringraziare chi ha reso possibile la realizzazione di questa mostra – dichiara Viviane Senna, sorella del campione -, a partire da Claudio Giovannone, Padrino per l’Europa dell’Instituto e caro amico di famiglia, che ha reso possibile la realizzazione di questo splendido evento e che permette ai valori in cui Ayrton credeva di rivivere. L’Instituto si occupa di dare una possibilità di studio a tutti i ragazzi in difficoltà tramite vari programmi”. Anche se le attività dell’Instituto si svolgono prevalentemente in Brasile, per esso l’Italia ha una grande importanza. “Riceviamo, infatti, molte dimostrazioni di quanto l’affetto e il ricordo di Ayrton sia molto forte e questo ci riempie di gioia.”

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori