CONDIVIDI
Team principal Ferrari – Maurizio Arrivabene (Getty Images)

La Ferrari quest’anno ha provato a rialzare la testa dopo qualche anno di anonimato, ma ha ricevuto purtroppo un sonoro schiaffo da parte della Mercedes, che gara dopo gara ha mangiato al Cavallino Rampante il suo vantaggio e l’ha battuto.

Lewis Hamilton è diventato così campione del mondo per la 4a volta in carriera affiancando così nella classifica dei più titolati di tutti i tempi proprio l’alfiere della Ferrari, Vettel. A Maranello però più che lo scoramento c’è la consapevolezza di essersi avvicinati tanto alle Mercedes e di dover ora sferrare l’attacco decisivo.

Una Ferrari che deve essere vincente

La macchina è già quasi pronta e verrà presentata al mondo il 22 febbraio. C’è già grande attesa per questo debutto. La nuova monoposto, infatti, dovrà essere una degna evoluzione della SF70-H per riportare finalmente il marchio Ferrari sul tetto del mondo.

Intanto, come riportato da “Motorsport-total.com”, Maurizio Arrivabene rinuncerebbe volentieri alle feste di Natale pur di lavorare per la nuova vettura: “Non mi piace stare seduto per ore a tavola, sei costretto ad essere gentile, devo farlo, ma non mi piace. Non esiste una vera sosta in Formula 1. Lavoriamo in modo permanente, per questo le vacanze saranno brevi per i ragazzi a Maranello. Il lavoro è concentrato soprattutto sulla nuova vettura”.

In casa Ferrari quindi si continua a lavorare incessantemente per la vettura 2018 che avrà il compito di strappare dalle grinfie Mercedes quel titolo mondiale, che in casa del Cavallino Rampante manca ormai da troppo tempo.

Antonio Russo