CONDIVIDI
Fernando Alonso (©Getty Images)

Lo aveva dichiarato sin dai primi momenti post GP dell’Australia quando gaudente per il 5° posto strappato malgrado uno start dalla piazzola 11 aveva ipotizzato una prossima caccia agli energetici, ossia il team, in apparenza più vicino in termini di performance del trio magico di riferimento del Circus. E adesso, a pochi giorni dal via del weekend del Bahrain, secondo round del 2018, Fernando Alonso, rincara ancora la dose in termini di ambizione e addirittura detta le date dell’agognato ricongiungimento.

“Siamo in continua crescita”, ha affermato convinto a Motorsport.com. “La MCL33 ha ancora moltissimo potenziale da tirare fuori, anche se penso che per adesso Mercedes, Ferrari e Red Bull siano ancora piuttosto avanti. Loro rappresentano un gruppo esclusivo in cui vorremmo entrare a fare parte e penso che fra un paio di gare ci dimenticheremo del centro schieramento e faremo sufficienti passi avanti per raggiungere i privilegiati. Come detto, sono certo che la mia McLaren sia piuttosto valida, dunque non vedo ragione per cui non dovremmo essere in grado di battagliare con i migliori nelle corse a venire”.

Sicuro che le prestazioni altalenanti dei test invernali di Barcellona e del debutto di Melbourne fossero causa del tardivo passaggio dal motore Honda a quello Renault, o comunque in una fase dell’anno in cui il lavoro sul telaio della monoposto era già avanzato, Alo potrà contare da Sakhir su un nuovo pacchetto aerodinamico che dovrebbe aiutarlo a compensare le attuali mancanze. “Non va dimenticato che abbiamo cambiato fornitore di power unit molto in là nella stagione scorsa. Proprio per questo i tecnici sono stati costretti a ridisegnare alcune parti che erano già state concluse per la zona posteriore dell vettura”, ha rivelato. “A mio avviso l’integrazione tra Woking e Viry non è ancora al 100%, ma sono fiducioso che ci arriveremo a breve in modo da poter spremere maggiormente l’auto”.

Chiara Rainis

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori