CONDIVIDI
Jean Alesi (©Getty Images)

In questi giorni di calma piatta in termini di notizie dal mondo delle quattro ruote continua a tenere banco la questione ombrelline. Al di là dello spirito goliardico animato dalle spilungone dalle gonne corte, in molti si stanno mobilitando per difendere la loro professione. Tra questi Jean Alesi, poco convinto dall’iniziativa dei Grid Kids appena promossa dalla Liberty Media.

“Non sono per nulla d’accordo con l’abolizione delle grid girl a favore dei ragazzini. Togliendole si è eliminato un sistema ben oliato, ma soprattutto si è tolta l’opportunità a delle donne di lavorare. Personalmente credo sia importante mettere in luce i giovani atleti e i piloti, però non in questa maniera”, il suo sfogo a Motorbox prima di parlare dell’Halo. “Di certo esteticamente le vetture cambieranno parecchio, comunque ciò che conta è che aumenti la sicurezza nell’abitacolo”. Infine sulla carriera del figlio, il vincitore del GP del Canada 1995 ha detto: “Mi aspetto buone cosa da lui visto che ha appena firmato il rinnovo con l’Academy Ferrari. In questo modo potrà fare il su percorso senza fretta. Ritengo quindi si debba focalizzare sulla GP3. Avesse un giorno voglia di sedersi su una F1, ne abbiamo a casa, dunque basta chiedere!”, ha ironizzato.

Parola di Ramirez

Tornando al tema ragazze sulla griglia di partenza anche Jo Ramirez, ex coordinatore McLaren tra gli anni ’80 e ’90 e grande amico di Ayrton Senna, ha voluto dire la sua e come Alesi si è definito rammaricato per la scelta dei nuovi proprietari del Circus di rimuovere una parte delle spettacolo presente da decenni.

“Penso che si stia perdendo la bussola. Stanno modificando tutto giusto per il gusto di farlo”, ha attaccato il messicano a Cadena Cope. “forse sarebbe bastato vestirle un po’ di più, ad ogni modo nella maggior parte dei Paesi indossavano costumi locali. A mio avviso questo divieto è discriminatorio. Chissà, magari in futuro verrà proibito a uomini e donne di recarsi sui circuiti insieme. Secondo me le grid girl non offendevano nessuno!”.

Chiara Rainis

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori