CONDIVIDI
Adrian Newey (©Getty Images)

F1| Newey dalla Red Bull alla Renault?

Potrebbe costituire, se confermata, la vera bomba di mercato in vista del 2019. Partita nell’ormai lontano 2006 la collaborazione tra la Red Bull e il genio del design Adrian Newey potrebbe essere arrivata al capolinea.

L’ultimo rinnovo di contratto tra le due parti risale al 2014, quando venne deciso che il britannico si sarebbe occupato anche di progetti paralleli, su tutti la Aston Martin Valkyrie, uscita sul mercato lo scorso anno. Chiusa la parentesi hyper-car, l’ex Williams è tornato a lavorare a tempo pieno in F1 ed ora nel paddock circolano due voci sul suo conto: secondo una scuola di pensiero il 59enne proseguirà con gli energetici fino al 2020, secondo un’altra lascerà la compagnia per andare altrove, ma non in Ferrari, scuderia da cui si è tenuto sempre distante per via dello stile di vita italiano non in linea con il proprio.

A quanto pare, Adrian, al momento a Le Mans per seguire da vicino il figlio Harrison, al via della celebre corsa su una Dallara P217-Gibson del team della SMP Racing, avrebbe incontrato in gran segretezza un membro della Renault. Ovviamente cosa si sono detti è ancora ignoto e anzi è già partito il piano di occultamento del possibile avvicinamento.

Il dispetto

L’indiscrezione, diffusa da Motorsport.com, potrebbe veramente diventare realtà qualora l’equipe austriaca dovesse decidere di dividersi da Viry Chatillon per quanto concerne la fornitura del motore e unirsi alla Honda, che oggi equipaggia il suo junior team Toro Rosso. Così facendo, per ripicca, i francesi potrebbero sfoderare un’offerta record e accaparrarsi Newey, una figura chiave, essenziale per progredire in griglia e superare la fase nera post acquisizione Lotus, come vorrebbe in tempi rapidi il Presidente Carlos Ghosn.

In effetti, di recente, Renault Sport ha effettuato parecchi investimenti importanti sul fronte del personale i risultati hanno cominciato ad arrivare considerato che spesso sia Sainz, sia Hulkenberg riescono ad inserirsi in top 10.

Chiara Rainis