CONDIVIDI
Valentino Rossi, Zarco e Vinales (Getty Images)

Il 2018 segnerà un altro passo fondamentale nella carriera di Valentino Rossi. Il Dottore, infatti, dovrà decidere se prolungare o meno il proprio rapporto con Yamaha e quindi continuare a correre. La decisione verrà presa poco prima di metà stagione, magari durante il Gran Premio del Mugello.

Certo un pilota come Valentino Rossi può permettersi in qualunque momento di decidere del proprio futuro, ma la Yamaha no. Il team di Iwata, infatti, ha bisogno di programmare il domani e ha diverse grane da risolvere.

Rossi in MotoGP con il suo team

A sollevare il coperchio dal vaso di Pandora ci ha pensato Zarco, uno che quest’anno ha dimostrato in più di un’occasione di meritarsi una Yamaha ufficiale. Uno, che come ha dichiarato recentemente, è pronto anche a cambiare team per avere una moto ufficiale, la Yamaha è avvisata.

Dalle parti di Iwata quindi il cuore è spezzato a metà tra la voglia di continuare a vedere Valentino Rossi su una Yamaha e la paura di poter perdere un giovane, futuro campione come Zarco. D’altro canto l’altra moto è occupata attualmente da Maverick Vinales. Lo spagnolo è giovane ed ha dimostrato di saper vincere. Certo è complicato dire già ora se può essere un futuro campione del mondo, ma i giapponesi non possono di certo farsi scappare un talento così.

La situazione quindi appare molto chiara. Se Valentino Rossi deciderà di proseguire la sua avventura in Yamaha costringerà quest’ultima a trovare una soluzione pur di non perdere uno tra Vinales e Zarco. L’ipotesi più semplice sarebbe quella di passare le moto ufficiali da 2 a 3.

Una mossa del genere fu attuata anche da Honda nel 2011. Quando arrivò Stoner, infatti, c’erano ancora sotto contratto con HRC sia Pedrosa che Dovizioso e il team ufficiale mise così in campo ben 3 moto.

L’altra ipotesi, invece, potrebbe essere l’arrivo in MotoGP dello SKY VR46 Team. Valentino Rossi, infatti, potrebbe correre le sue ultime gare nel Motomondiale con la livrea del proprio team, ma con una Yamaha praticamente ufficiale, così da gettare le basi anche per il futuro della squadra dopo il suo ritiro.

Purtroppo questa ultima ipotesi potrebbe mettere fuori dai giochi il Team Tech3. La Yamaha, infatti, non sembra essere intenzionata a dotarsi più di una squadra satellite e quindi l’arrivo dello SKY VR46 Team potrebbe mettere fuori dai giochi proprio i francesi.

Una cosa è certa, Valentino Rossi finché deciderà di continuare a correre avrà sempre o quasi un enorme peso specifico economico in termini di sponsor e media, ma indubbiamente la Yamaha non può gettare al vento il proprio futuro pur di accontentare il Dottore. Le parti arriveranno sicuramente ad un accordo, intanto però i giovani spingono sempre di più il 46 verso il pensionamento o quantomeno al ridimensionamento in Yamaha.

Antonio Russo

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori