CONDIVIDI
Michele Pirro
photo Twitter

La Race of Champions, l’appuntamento più atteso del World Ducati Week, si è concluso con la vittoria di Michele Pirro, sul podio Tito Rabat e Xavier Fores, con Jack Miller ai piedi del podio. 12 i piloti del presente e del passato che si sono sfidati sul circuiti di Misano davanti a migliaia di tifosi ducatisti accorsi già dalla giornata di ieri. Al termine degli otto giri il collaudatore pugliese della MotoGP, reduce da un infortunio al Mugello, si è messo alle spalle gli avversari.

Se facevamo una gara endurance Rabat mi veniva a prendere, perchè con l’allenamento che fa abbiamo dovuto calare i giri del motore MotoGP. Lui fa 20 giri alla volta, lui va bene dal 20° giro in poi e questa qui era di otto”, ha scherzato Pirro ai microfoni di Sky Sport MotoGP. “A scuola ero un asino ma in moto vado forte… Ho cercato di guidare soft perchè ho ancora problemi alla spalla. E’ sempre una grande emozione davanti a tanti tifosi”.