CONDIVIDI
Maverick Vinales (Getty Images)

Maverick Vinales deve dimostrare di valere il posto in Yamaha. Il pilota spagnolo dopo le tante promesse del 2017 non è riuscito a portare a casa l’agognato titolo mondiale. Il team di Iwata però non l’ha di certo aiutato mettendogli a disposizione una moto non all’altezza delle altre.

Come riportato da “Speedweek.com”, Maverick Vinales a margine dei test ha così commentato: “Questo nuovo telaio non fa parte del nostro programma per martedì. Cerchiamo le migliori soluzioni per queste condizioni. Domani voglio fare una simulazione di gara. Sinora abbiamo fatto un buon lavoro”.

La nuova Yamaha fa lavorare meglio le gomme

Il pilota spagnolo ha poi continuato: “Oggi ho usato lo stesso telaio di novembre, ne abbiamo uno nuovo per il 2018, ma ancora lo devo provare. Ho un buon feeling con questo telaio e mi piacerebbe preparare la stagione in modo più coscienzioso. Faccio buoni tempi, vediamo se possiamo migliorare”.

Maverick Vinales ha poi parlato anche del proprio compagno di team: “La moto sul giro secco è veloce, questo lo dimostra anche Valentino, lo sento positivo e questo mi tranquillizza e facilita il mio lavoro. Mi sto concentrando sul ritmo, dobbiamo migliorare il finale di gara rispetto al 2017”.

L’ex Suzuki ha sottolineato che la nuova moto lavora meglio con le Michelin e questo naturalmente lo aiuta a mettere a segno tempi migliori. Naturalmente però questa Yamaha non è ancora perfetta e mostra ancora alcune criticità.

Maverick Vinales ha così descritto i problemi Yamaha: “Voglio un’accelerazione più fluida e voglio una potenza più lineare. La moto è veloce, ma bisogna ancora migliorare nella gestione del pneumatico per completare le gare al top”.

Antonio Russo