CONDIVIDI
Maverick Vinales (Getty Images)

Uno degli argomenti più caldi all’inizio della stagione di MotoGP era il rapporto tra Maverick Vinales e Valentino Rossi e i possibili litigi che potevano nascere tra i due. Quando ci sono due galli nello stesso pollaio si sa che la scaramuccia è dietro l’angolo.

Paradossalmente, invece, questo è stato uno degli anni più tranquilli in casa Yamaha. I due piloti, infatti, sembrano avere un profondo rispetto l’uno per l’altro e non ci sono antipatie come si era visto in precedenza, invece, con la coppia RossiLorenzo. Purtroppo per Maverick Vinales però non è arrivato a fine quel titolo che tanto sognava e che qualcuno dopo i testi invernali già gli vedeva in mano.

Vinales non colpevolizza la Yamaha

Come riportato da “Motorsport.com”, Maverick Vinales ha così dichiarato in riferimento al Dottore: “Credevo che avere Rossi come compagno di squadra sarebbe stato più complicato. Abbiamo fatto tutto abbastanza bene, ci rispettiamo molto e questo, vista la situazione delicata che affrontiamo significa molto”.

Lo spagnolo ha poi proseguito: “Quando la Yamaha andava eravamo entrambi davanti. Quando uno andava forte, andava forte anche l’altro. Non voglio rimproverare il team, ha dato il 100%. Non è cambiato niente dal primo giorno. Se quest’anno le cose sono andate così direi che al 50% è merito di Ducati e Honda e l’altro 50 fa parte dei nostri demeriti”.

Maverick Vinales butta così un po’ di acqua sul fuoco delle polemiche dopo che qualche giorno fa si era, invece, lamentato per l’annata eccessivamente sofferente passata in Yamaha. Il pilota spagnolo sembra volersi mettere presto il 2017 alle spalle e ritentare l’assalto al titolo mondiale.

Antonio Russo