CONDIVIDI
Maverick Vinales (©Getty Images)

Nella stagione 2017 Michelin ha fornito tre mescole diverse all’anteriore e tre al posteriore, consentendo ai piloti di trovare la miglior opzione per ogni circuito in rapporto al proprio stile di guida. Maverick Vinales sin dai primi test invernali con Yamaha sembra aver trovato il giusto feeling con le gomme, almeno fino a quando il fornitore francese non ha deciso di ritornare alla carcassa più dura all’anteriore.

Da quel momento in poi Vinales e Rossi non sono più riusciti a portare la YZR-M1 al limite, riscontrando grossolani problemi sui tracciati con poco grip e sul bagnato, lamentando un’usura troppo precoce del posteriore che costringeva a mollare la presa nelle fasi finali o a preservare troppo la gomma per portarla fino la traguardo. Senza contare le difficoltà alla alte temperature sul bagnato.

Non sono mancate lamentele da parte dell’ex Suzuki, del suo steff e del suo manager. Ritirando poi il dardo nelle fasi finali del campionato e puntando maggiormente l’indice sulla casa di Iwata, incapace di adattarsi al cambiamento in corso. Nel corso della stagione alcuni piloti si sono lamentati per la vasta scelta di mescole a disposizione, che trasformano le prove libere in veri e propri test per le gomme più che per la moto, rallentando il lavoro di ricerca del setting ideale per il week-end.

“Non hai mai abbastanza tempo per provare le gomme, devi presentarti il ​​primo giorno e cercare di decidere quali gomme saranno in armonia con la moto”, ha commentato Maverick Vinales. “A volte è facile, perché sai, ad esempio, che la gomma anteriore morbida non funziona, ma a volte è davvero difficile, non capisci veramente quali gomme funzionano”.

Nella prima metà del Mondiale il pilota di Figueres non ha tirato il freno quando si trattava di muovere accuse ben precise alla Michelin. Tutt’oggi non nasconde una certa stima per il marchio Bridgestone. “Penso che anche i pneumatici Bridgestone erano dei pneumatici eccezionali”, riporta Motorsport-Total.com. Senza però nulla togliere al lavoro dell’azienda francese: “La Michelin ha fatto un ottimo lavoro, ma fin dall’inizio mi sono sentito a mio agio con le gomme Michelin del 2016”.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori