CONDIVIDI
Il casco di Valentino Rossi
Il casco di Valentino Rossi (getty images)

Valentino Rossi non è solo presente, ma è già leggenda. A confermare questa tesi non è certo un videogame, ma quando un essere vivente diventa videogame significa che oltre ad essere realtà supera i limiti della fantasia.

La prossime edizione del gioco ufficiale della MotoGP presenterà una novità inedita: oltre ai tradizionali elementi della serie la stagione 2016 sarà dedicata in particolar modo alla carriera del Dottore. Con ‘Valentino Rossi, The Game‘ si potrà ripercorrere la storia sportiva del pilota pesarese dagli inizi nella classe 125 fino alle vittorie iridate nella classe regina.

“Sono felice di annunciarvi che realizzerò insieme ai ragazzi di Milestone ‘Valentino Rossi, The Game‘ – ha fatto sapere il campione di Tavullia in una nota ufficiale -. Abbiamo scelto di includere da un lato gli elementi più importanti sulla mia carriera nella MotoGP e dall’altro tutti elementi fuori circuito che mi stanno molto a cuore come il Ranch, il Rally e molto altro. Sarà divertente cimentarsi nel gioco non solo come videogiocatore ma anche come “tester collaudatore”. Lavorerò con il team di sviluppo per assicurare a tutti i fan la migliore esperienza che abbiate mai visto”.

Il videogioco sarà disponibile a partire dal mese di giugno per PlayStation 4 , Xbox One e PC. Milestone realizza simulazioni motociclistiche sin dal 1999 e il suo ‘MotoGP 15’ è l’unico videogame capace di simulare la classe regina del Motomondiale. Con ‘Valentino Rossi: The Game‘ sarà anche possibile visitare virtualmente il Motor Ranch di Tavullia e provare la vita della Riders Academy.

“Mi piacerebbe che il mio fosse anche un contributo tecnico. Credo che io e miei ‘pilotini’ potremmo dare un aiuto per migliorare la giocabilità del titolo, perché abbiamo buona esperienza coi videogame”, ha commentato Rossi in un’intervista al Corriere. D’altronde tutti i suoi tifosi o semplici appassionati delle corse sulle due ruote conoscono bene la sua vena maniacale per la perfezione anche nei minimi dettagli. E confessa: “Gioco spesso con mio fratello a Call of Duty, poi mi diverto anche con Migno e Fenati. Ma il più forte è Bagnaia della Moto3: gioca più di tutti, è fortissimo e ci massacra sempre”.