CONDIVIDI
Valentino Rossi (Getty Images)

Valentino Rossi è uno dei piloti più vincenti della storia del Motomondiale, il suo score parla di: 9 titoli mondiali, 115 vittorie, 227 podi e 64 pole. Questa stagione purtroppo per lui è stata contraddistinta più da ombre che luci. Il Dottore, infatti, è stato protagonista di due incidenti abbastanza gravi a ridosso dei due Gran Premi di casa che gli hanno tagliato le gambe nella lotta mondiale.

A questo si è unita anche una gravissima crisi tecnica della Yamaha, che ha portato anche il compagno di squadra Maverick Vinales ad allontanarsi dal sogno mondiale. Valentino Rossi però anche in questa sfortunata annata si è tolto la soddisfazione di vincere almeno una gara e che gara. Il Dottore, infatti, si è laureato vincente all’Accademia della MotoGP, il circuito di Assen.

Rossi, un’annata da 7 in pagella

Grazie a questa vittoria Valentino Rossi è diventato anche il pilota più vecchio a conquistare un successo in MotoGP, sbriciolando il precedente record di longevità in mano a Troy Bayliss. Come riportato da “Moto.it” il 46 ha così valutato la propria annata: “Mi do un bel 7, siamo andati forte, ma abbiamo anche sofferto tanto. Le gomme di questa stagione sono preformanti, ma hanno una finestra di utilizzo molto piccola”.

Valentino Rossi poi non ha avuto dubbi sulla sorpresa dell’anno: “Dovizioso, ha lottato con Marquez e ancora non è finita, è stato bravissimo, quest’anno ha fatto un grande step. L’altro giorno parlavo con Uccio di Valencia e pensavamo che senza questo tracciato sarei 11 volte campione del mondo. Non mi è mai piaciuta, è una pista priva di fascino, si corre qua per gli sponsor e per gli spagnoli che comandano tutto, ma io farei terminare il mondiale in Australia o in Malesia sarebbe più bello”.

Antonio Russo