CONDIVIDI
Franco Morbidelli (©Getty Images)

Nella stagione 2018 di MotoGP saranno quattro i rookies provenienti dalla Moto2 a contendersi il titolo di miglior “matricola”. Franco Morbidelli, Tom Lüthi, Takaaki Nakagami e Xavier Simeon cercheranno di ereditare il ruolo di Johann Zarco, autore di una prima stagione in classe regina a dir poco spettacolare.

Il favorito è Franco Morbidelli, campione iridato nella classe intermedia e il primo pilota della VR46 Riders Academy, che si ritroverà a sfidare il suo maestro di sempre Valentino Rossi. Riuscirà il giovane pilota romano a seguire le orme del debuttante Zarco? “Spero di no (ride)”, commenta il Dottore. “Sarebbe bello se non fosse così veloce, se è possibile”.

Sarà difficile per qualunque rookie ripetere l’impresa di Johann Zarco, sesto posto in classifica alle spalle dei big. “Johann ha fatto un ottimo lavoro in questa stagione, è stato molto forte più o meno in ogni gara e sono molto ottimista su Franco”, ha detto Valentino Rossi. Il suo allievo avrà a disposizione la Honda RC213V 2017 di Marc Marquez, una buona occasione per farsi valere al debutto: “Si sta avvicinando alla MotoGP in un buon momento, è molto preparato a spingere questa moto al limite e penso che sarà competitivo nella prossima stagione”.

L’obiettivo di ‘Morbido’ non sarà soltanto farsi le ossa con la MotoGP, ma dimostrare tutto il suo potenziale. “Senza dubbio mi sento in dovere di provarci, visto che quest’anno i miei “compagni” nel salto dalla Moto2 alla MotoGP sono arrivati dietro di me. Voglio confermarmi davanti a loro: è una pressione in più – ha spiegato Franco Morbidelli -. Non la considero un’ossessione. Posso definire questa volontà un obiettivo”.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori