CONDIVIDI
Valentino Rossi
Valentino Rossi (©Getty Images)

MotoGP | Valentino Rossi matador Yamaha: il futuro è nelle sue mani.

Il divorzio di Tech3 da Yamaha lascia un vuoto che urge di essere colmato quanto prima. La decisione anticipata di Herve Poncharal ha spiazzato gli uomini di Iwata e lo staff di Valentino Rossi, che attendeva di prenderne il posto a partire dal 2021. Adesso la “patata bollente” passa nelle mani del team VR46, che dovrà decidere se anticipare i tempi per l’ingresso in MotoGP, e del Dottore, che ancora non ha firmato il rinnovo e potrebbe decidere di prolungare soltanto fino al 2019.

Dopo una partnership ventennale la decisione di Tech3 ha scombussolato i progetti Yamaha, ma il presidente IRTA stava lanciando segnali di fumo da mesi. Ha avvertito il fiato sul collo del nuovo che avanza (alias SKY VR46) e deciso di giocare d’anticipo accordandosi con KTM prima che fosse troppo tardi. Dal canto suo Valentino Rossi non sembra intenzionato a chiudere la carriera di pilota alla fine di questo Mondiale, lasciando un vuoto in casa Yamaha: quale team deciderebbe di essere una ruota di scorta per uno o due anni per poi lasciare il posto alla VR46? Una risposta potrebbe arrivare prima o subito dopo il GP del Qatar: tutto ruota intorno alla decisione del campione di Tavullia. Ma quel che sembra quasi certo è che Yamaha potrebbe fare a meno di una squadra clienti nel 2019 a meno che…

Secondo indiscrezioni VR46 non farà il suo ingresso in classe regina prima del 2020. Fino ad allora Franco Morbidelli e Francesco Bagnaia avranno il tempo per farsi le ossa. Il tutto avverrebbe con il beneplacito della Dorna che dovrebbe dare spazio ad una tredicesima squadra anche se i team clienti hanno dei contratti esclusivi fino al 2021. Ma l’ingresso di Rossi nelle vesti di team manager con un proprio box è un’opzione che fa gola a tutti e aiuterebbe a tenere alta la popolarità della MotoGP. Una seconda opzione prevederebbe l’acquisizione da parte di Valentino Rossi di un team finanziariamente debole come Avintia o ex Aspar attraverso una joint venture. Gli orizzonti saranno più nitidi dopo la firma del pesarese sul contratto da pilota Yamaha. Stay tuned!

Luigi Ciamburro

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori