CONDIVIDI
Valentino Rossi (©Getty Images)

Valentino Rossi dopo la splendida vittoria di Assen ha portato a casa dalla Germania solo un 5° posto. Il Dottore naturalmente non è soddisfatto del risultato ottenuto, ma come sempre è riuscito ad accontentarsi pensando alla classifica mondiale che lo vede ancora in piena lotta per il titolo. Il 46 è consapevole che questo campionato è senza un vero padrone e vuole provare a portare a casa la 10a corona iridata della sua straordinaria carriera.

Come riportato da “Motorsport.com”, Valentino Rossi in merito a questa stagione ha così dichiarato: “Personalmente sono contento di questo primo scorcio di campionato per due cose. Ho vinto e sono ad appena 10 punti dalla vetta. Io sono uno dei 5 che si gioca il mondiale. Sinora tutti stanno avendo dei grandi dubbi. Quelli che ad Assen sono andati male oggi, invece, erano lì davanti. Per noi è una situazione difficile da decifrare”.

Campionato indeciso e senza un padrone

Il Dottore ha poi continuato: “Sono davvero felice che la moto è migliorato così tanto. Ora ce la giochiamo con i migliori. I nostri problemi li hanno avuti anche gli altri. Alcune volte andiamo forte, altre volte no. Se si vedono il numero di podi e di vittorie stiamo tutti lì. Quest’anno è complicato per tutti trovare la giusta via”.

Valentino Rossi ha anche commentato la leadership di Marquez: “Marc è in testa perché nei momenti di difficoltà ha perso meno punti di quanti ne hanno perso gli altri nei loro momenti bui. Secondo me siamo tutti sullo stesso piano e non eliminerei Pedrosa dalla lotta al titolo perché non è lontano. Fino a Barcellona 2016 in 4 avevamo vinto le ultime 350 gare, poi hanno cominciato a vincere tutti. Non so se sia un bene o no”.

Il pilota italiano ha poi proseguito: “Magari qualcuno troverà le giuste soluzioni da qui alla fine e riuscirà ad essere più costante. L’importante è arrivare a Brno competitivi ora, ma allo stato attuale non so dire in quale gara sarò veloce. In questo campionato a volte devi fare il massimo anche per un 5° posto. Sono punti che a fine anno possono fare la differenza”.

Antonio Russo