CONDIVIDI
Valentino Rossi (©Getty Images)

Valentino Rossi, nonostante le tante chiacchiere da bar della vigilia di questo campionato è ancora una volta lì, sul tetto della MotoGP. Il Dottore dopo i problemi della pre-season ha subito raccolto un 3° posto in Qatar. Il podio, che sembrava frutto di una casualità è stato migliorato con il 2° posto in Argentina e addirittura bissato ad Austin. Ora il 46 guarda tutti dall’alto, ma nella sua voce c’è un pochino di tristezza tipica di chi è a conoscenza che è arrivato ormai alle ultime curve della sua carriera.

Valentino Rossi in ogni caso è a conoscenza di trovarsi su una pista amica come quella di Jerez: “L’anno scorso è stato un grande weekend per noi, questo è un tracciato che adoro e sarà un piacere guidare qui. Sono cresciuto qui sin dai tempi di Aprilia. I piloti più giovani non lo sanno, ma prima qui a Jerez si facevano la maggior parte dei test della MotoGP. Quando corri qui è un’emozione grandioso, senti sulla pelle il calore del pubblico sugli spalti”.

Rossi vuole dare tutto per conservare la leadership

Arriva poi il passaggio anche sulla leadership nel campionato: “Sono molto felice di essere in testa al mondiale, è molto bello, ma per ora siamo solo alla 4a gara, sarà difficile mantenere questa posizione sino alla fine, ma mi godo il momento. Devo cercare di fare sempre il massimo”.

Valentino Rossi ha anche parlato di quando ha mosso i suoi primi passi nel Motomondiale: “Ho un gran ricordo qui, è passato tanto tempo. La prima volta che ho guidato in pista con dei piloti del Motomondiale fu nei test qui a Jerez. Rimasi allibito dal fatto che tutti mi superavano all’interno e all’esterno e io incassai tipo 3-4 secondi a giro. Arrivavo dal campionato europeo, ero veloce a Jerez o almeno così credevo e in quel momento capì il cambio di livello”.

Per Valentino Rossi è arrivata anche una domanda social un po’ particolare, un tifoso, infatti, gli ha chiesto cosa avrebbe detto al sé stesso 17enne, il Dottore ha così risposto: “Difficile dirlo, quando sei così giovane innanzitutto è una grande emozione, è un sogno vivere il Motomondiale. Gli direi di stare calmo perché a quell’età sei più nervoso, sei più agitato diciamo. Gli direi di prendersi il suo tempo”.

Antonio Russo

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori