CONDIVIDI
Valentino Rossi (Getty Images)

MotoGP | Troppe cadute per Valentino Rossi, ma Marquez resta il re

Valentino Rossi è sempre stato un pilota poco incline alla caduta. Sempre attento a non fare errori, con il passare degli anni ha migliorato sempre di più questo aspetto che lo ha portato a fare grandi risultati a fine anno nonostante qualche exploit in meno rispetto alle stagioni d’oro.

Quest’anno però le cose sono andate un po’ diversamente, vuoi per le condizioni avverse su alcuni tracciati, vuoi per una moto non eccelsa e vuoi anche per qualche errore di troppo, quest’anno Valentino Rossi è cascato ben 8 volte, un numero mostruoso rapportato ai suoi recenti numeri. Record negativo per lui da quando è tornato in Yamaha. Basti pensare che quest’anno è caduto lo stesso numero di volte che è caduto nelle due stagioni precedenti messe insieme.

Se sei interessato a tutti gli aggiornamenti su Valentino Rossi CLICCA QUI

Marquez ancora re dei cascatori in MotoGP

Resta, invece, record-man di cadute in MotoGP Marc Marquez con ben 23 scivoloni. Nel Motomondiale però la palma d’oro spetta a Stefano Manzi impegnato con la Moto2, che è addirittura caduto ben 31 volte. Stupisce il dato di Marco Bezzecchi che è caduto ben 24 volte, segno che con un po’ di prudenza in più l’italiano avrebbe portato probabilmente il titolo a casa.

In tutto, tra MotoGP, Moto2 e Moto3 sono arrivate ben 1077 cadute, fortunatamente 49 in meno rispetto allo scorso anno, segno che la Michelin sta crescendo. La categorie dove si cade di meno è la MotoGP (303) a riprova che l’esperienza in tal senso conta. Si casca di più, invece, in Moto2 (418) e Moto3 (356).

Antonio Russo

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori