CONDIVIDI
Aleix Espargaro (©Getty Images)

Il team Aprilia getta le basi per la stagione 2018 coni due giorni di test a Valencia. Da un lato Aleix Espargaro ha studiato i primi aggiornamenti sulla RS-GP 2018, dall’altro Scott Redding ha familiarizzato con la nuova moto e l’ambiente di Noale.

Il pilota spagnolo ha puntato l’attenzione su una diversa distribuzione dei pesi e una nuova geometria, con le conseguenti modifiche ergonomiche, che verranno analizzate nuovamente nei prossimi test di Jerez, prima di essere tradotte nella moto 2018. Al termine della seconda giornata di test segna il decimo crono. Il pilota inglese ha impiegato i due giorni per prendere le misure alla RS-GP e allo staff tecnico che lo seguirà, intervallando le uscite in pista con lunghi scambi di opinioni. Molto tempo è stato anche dedicato ad adeguare l’ergonomia della moto alla taglia di Scott.

“In questi test non abbiamo provato molti nuovi componenti ma più che altro delle modifiche alla geometria della moto e alla ripartizione dei pesi – ha detto Aleix Espargaro -. Sono idee che vogliamo introdurre sulla moto 2018 e abbiamo bisogno di confermarle per capire la direzione. Posso dirmi soddisfatto, dopo un weekend difficile abbiamo dimostrato di poter essere veloci. Ora saranno importanti i test di Jerez, una pista diversa dove continueremo il nostro lavoro in ottica 2018. Quella che arriverà nel 2018 non sarà una moto rivoluzionata ma le caratteristiche di guida ed ergonomia cambieranno, quindi è fondamentale prendere la giusta strada”.

Scott Redding ha familiarizzato con la RS-GP, una moto dal carattere diverso rispetto alla Ducati cui era abituato. “Sono stati due giorni interessanti. C’è tanto lavoro da fare per adattare la RS-GP alle mie caratteristiche, a partire dalle dimensioni. Ovviamente tutte le informazioni che stiamo raccogliendo andranno a influenzare la moto 2018, per ora il mio obiettivo è prendere confidenza con il carattere della moto che è sicuramente diverso da quello a cui ero abituato. Aleix sta facendo un grande lavoro e dimostra il potenziale di Aprilia, sono fiducioso perché mi sento parte del progetto. Il team mi ha accolto in maniera splendida, mi piace il loro metodo di lavoro e ho cercato di dare loro il miglior feedback possibile. Valencia non è la mia pista preferita e dopo un weekend di gara non è semplice saltare su una nuova moto, per questo abbiamo lavorato senza cercare il time-attack”.

 

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori