CONDIVIDI
photo Twitter

La prima giornata di test IRTA in Thailandia è stata caratterizzata da temperature che hanno sfiorato i 40° (60° la temperatura dell’asfalto), costringendo gomme e dischi freno ad un grosso lavoro e i piloti della MotoGP ad una lunga pausa pranzo a metà giornata.

Ducati ha portato una nuova carena e un nuovo telaio sulla moto di Andrea Dovizioso, ma oggi era importante soprattutto prendere confidenza con il nuovo asfalto del Chang International Circuit dove la classe regina mette le ruote per la prima volta, in attesa del primo GP che si terrà ad ottobre. Nell’ultima mezz’ora di test il forlivese ha inaugurato la nuova aerodinamica, con una forma delle appendici più affusolata rispetto al passato e con la possibilità di togliere gli spoiler più facilmente.

Yamaha e Honda ripropongono le carene aerodinamiche già intraviste a Sepang, a dimostrazione che gli Aero-Package potrebbero essere una delle più importanti novità di questa stagione. A poco più di un’ora dal termine è Cal Crutchlow a stagliare la zampata vincente in 1’30″797 davanti ad Alex Rins e Marc Marquez. Quarto Andrea Dovizioso, ottavo Valentino Rossi e Jorge Lorenzo chiude la top-10.

Danilo Petrucci ha concluso una simulazione di gara e attende di provare la nuova carenatura nel day-2: “Abbiamo molte cose da provare, una di queste è la nuova carenatura. Oggi vogliamo ottenere un buon feeling in pista. Le gomme stanno funzionando bene, sono abbastanza felice”.

Jack Miller ha avuto a disposizione una sola GP17: “Non appena Danilo avrà la sua seconda Ducati 2018, prenderò la sua moto del 2017. Non abbiamo cambiato molto finora. Al mattino abbiamo iniziato con la versione tradizionale, poi abbiamo montato la carenatura aerodinamica. Non abbiamo cambiato nulla sul set-up. Ma vogliamo provare alcune cose durante questo test. Il mio feeling con la Ducati è simile a quello della Malesia: per me è molto più facile guidare tempi costanti rispetto a quello che facevo con la Honda”.

Pos Rider Team Fastest lap Lead. Gap Prev. Gap Laps Last lap
1 CRUTCHLOW, Cal LCR Honda CASTROL 1:30.797 57 / 70
2 RINS, Alex Team SUZUKI ECSTAR 1:30.809 0.012 0.012 66 / 70
3 MARQUEZ, Marc Repsol Honda Team 1:30.912 0.115 0.103 30 / 78
4 DOVIZIOSO, Andrea Ducati Team 1:30.945 0.148 0.033 30 / 60
5 PEDROSA, Dani Repsol Honda Team 1:30.960 0.163 0.015 70 / 75
6 PETRUCCI, Danilo Alma Pramac Racing 1:31.003 0.206 0.043 70 / 74
7 MILLER, Jack Alma Pramac Racing 1:31.044 0.247 0.041 78 / 83
8 ROSSI, Valentino Movistar Yamaha MotoGP 1:31.189 0.392 0.145 68 / 74
9 IANNONE, Andrea Team SUZUKI ECSTAR 1:31.235 0.438 0.046 70 / 78
10 LORENZO, Jorge Ducati Team 1:31.246 0.449 0.011 60 / 64
11 VIÑALES, Maverick Movistar Yamaha MotoGP 1:31.294 0.497 0.048 67 / 70
12 ZARCO, Johann Monster Yamaha Tech 3 1:31.305 0.508 0.011 35 / 67
13 RABAT, Tito Reale Avintia Racing 1:31.523 0.726 0.218 70 / 85
14 BAUTISTA, Alvaro Ángel Nieto Team 1:31.525 0.728 0.002 76 / 84
15 ESPARGARO, Aleix Aprilia Racing Team Gresini 1:31.662 0.865 0.137 57 / 62
16 REDDING, Scott Aprilia Racing Team Gresini 1:31.685 0.888 0.023 55 / 59
17 NAKAGAMI, Takaaki LCR Honda IDEMITSU 1:31.692 0.895 0.007 55 / 87
18 ABRAHAM, Karel Ángel Nieto Team 1:31.698 0.901 0.006 75 / 82
19 MORBIDELLI, Franco EG 0,0 Marc VDS 1:31.729 0.932 0.031 67 / 72
20 SMITH, Bradley Red Bull KTM Factory Racing 1:31.741 0.944 0.012 58 / 67
21 LUTHI, Thomas EG 0,0 Marc VDS 1:32.716 1.919 0.975 73 / 79
22 SIMEON, Xavier Reale Avintia Racing 1:32.720 1.923 0.004 47 / 50
23 KALLIO, Mika Red Bull KTM Factory Racing 1:32.749 1.952 0.029 21 / 48
24 SYAHRIN, Hafizh Monster Yamaha Tech 3 1:33.165 2.368 0.416 63 / 70