CONDIVIDI
Valentino Rossi (©Getty Images)

Regna il top secret sui due giorni di test Yamaha sul circuito di Sepang. La casa di Iwata non rilascia dichiarazioni ufficiali sul lavoro svolto da Valentino Rossi, Maverick Vinales e Johann Zarco tra lunedì e martedì. In base alle poche indiscrezioni trapelate i due piloti ufficiali avevano a disposizione quattro moto ciascuno e buona parte dell’attenzione è stata rivolta sulla nuova specifica del motore 2018.

I tre alfieri Yamaha hanno proseguito anche il lavoro sulla comparazione dei telai 2016 e 2017, ma il nodo sarà sciolto soltanto nel prossimo test di Sepang a fine gennaio. Movistar Yamaha dovrà studiare tutti i dati raccolti da Valencia ad oggi per scegliere quale strada seguire per lo sviluppo della YZR-M1 2018. Resta l’incognita per Zarco: la casa di Iwata dovrebbe garantirgli una M1 con specifiche 2018 al pari di Rossi e Vinales, ma al momento non ci sono notizie ufficiali.

Dopo una stagione 2017 iniziata alla grande Yamaha si è ritrovata a dover fare i conti con il problema dell’usura del posteriore, soffrendo particolarmente sui circuiti con scarso grip. I tecnici giapponesi hanno provato a cambiare il telaio per ben sette volte senza mai trovare la luce in fondo al tunnel. A Valencia, già nell’ultima gara, i piloti ufficiali sono tornati al vecchio telaio 2016 al pari di Johann Zarco. Ma non è tutto oro quel che luccica. Si attendono dichiarazioni ufficiali o la fine della pausa invernale per saperne di più. Dai social trapela poco nulla: mentre Valentino Rossi si limita a presentare il nuovo casco in stile messicano, Maverick Vinales posta il video di un’impennata “felice”.