CONDIVIDI
Michele Pirro (Getty Images)

MotoGP | Tardozzi: “Michele Pirro mi ha chiesto subito se poteva correre”

In casa Ducati c’è un’aria particolare. Qui al Mugello di solito è sempre una grandissima festa e c’è sempre un clima particolare nel team di Borgo Panigale perché gli italiani schierano 3 piloti. Oggi però il box della Rossa è un po’ più vuoto. La moto di Michele Pirro, infatti, è orfana del proprio pilota dopo il terribile incidente di ieri nella FP2.

Fortunatamente Michele Pirro ora sta molto meglio, ma naturalmente non potrà correre domani al GP del Mugello. I suoi meccanici sulla sella della sua moto hanno messo un biglietto con su scritto: “Forza Michele. Torna Presto”. Un bel messaggio che mostra ancora una volta la compattezza della squadra.

Nuove ali in Ducati

Davide Tardozzi ai microfoni di “Sky” ha così dichiarato in merito a Pirro: “La prima cosa che Michele mi ha detto stamattina alle 7 è stata se poteva correre. Io gli ho detto non ci pensare nemmeno. Ovviamente dopo quello che è successo vogliamo tutte le certezze del caso. L’hanno tenuto in ospedale per altri accertamenti oggi. Domani, se come speriamo sarà tutto ok potrebbe anche raggiungerci qui al Mugello”.

Il team manager Ducati ha poi continuato: “La carena che abbiamo montato è nuova. Queste ali sono una via di mezzo che tolgono meno performance in rettilineo”. Insomma a quanto pare la Rossa ha portato al battesimo anche una nuova soluzione aerodinamica qui al Mugello.

Ricordiamo che dopo che furono bandite le ali, la Ducati ha studiato un nuovo sistema per sopperire tale mancanza con una carena che integra al proprio interno anche le ali. La cosa prima è stata criticata e poi infine è stata praticamente copiata da tutti i team visti i grandi vantaggi che questa soluzione offre in fase di accelerazione sui rettilinei in uscita dalle curve.

Antonio Russo

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori