CONDIVIDI
Suzuki GSX-R1000 sbk
(foto Suzuki Racing)

Salta definitivamente il ritorno della Suzuki nel campionato mondiale Superbike. La casa di Hamamatsu avrebbe dovuto rientrarvi nel 2018 con il team Grillini, che avrebbe schierato due GSX-R1000.

Stando a quanto raccolto da Speedweek, infatti, la squadra italiana ha ritirato la propria partecipazione al Mondiale SBK. Il motivo è legato ai guai giudiziari che sta affrontando il patron Andrea Grillini. A inizio gennaio è emersa un’indagine che lo ha visto coinvolto per fatture false e riciclaggio di denaro. Il diretto interessato è stato messo agli arresti domiciliari.

La vicenda ha ovviamente messo a repentaglio la partecipazione del team al campionato WSBK. E la Dorna ha confermato che la squadra di Grillini si è ritirata. Ciò ovviamente mette in difficoltà i piloti che erano stati scelti per correre il campionato 2018. Il primo era Roberto Rolfo, rider esperto che abbiamo visto in passato nel Motomondiale per anni. Il secondo avrebbe dovuto essere il giovanissimo Gabriele Ruiu, che però sarebbe stato rimpiazzato nelle prime gare da Christian Gamarino fino al compimento del 18° anno. I tre dovranno trovarsi un’altra sistemazione adesso.

I guai di Andrea Grillini hanno messo in difficoltà molte persone, da chi lavorava nel suo team ai piloti. E anche la Suzuki, che contava di rientrare nel campionato mondiale Superbike dopo alcuni anni di assenza. Ma Speedweek scrive che la speranza forse non è del tutto persa per la casa di Hamamatsu. Infatti Denis Hertrampf, team manager della squadra HPC-Power Suzuki nel campionato IDM, avrebbe fatto sapere a Dorna che potrebbe entrare nel Mondiale SBK se troverà l’accordo con lo sponsor Hauptsponsor Eighty One Powerdrink. Per partecipare al campionato, serve il giusto sostegno economico. Vedremo se questa pista sarà effettivamente percorribile.

Si spera che alla fine vedremo la GSX-R1000 in pista contro Kawasaki, Ducati, Yamaha, Honda, BMW, Aprilia e MV Agusta. Anche perché la moto si è dimostrata molto competitiva nel 2017 nel campionato MotoAmerica, vinto da Toni Elias. E ha fatto bene pure nell’All Japan Road Championship Race con Takuya Tsuda. Qualche risultato lo ha raccolto anche nel British Superbike, dove ha vinto una gara con Sylvain Guintoli ad Assen.

 

Matteo Bellan

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori