CONDIVIDI
Leon Camier
Leon Camier (foto Red Bull Honda WSBK)

Leon Camier sfortunato protagonista in negativo di Gara 1 del campionato Superbike ad Aragon. Una sua caduta, che ha coinvolto pure Jordi Torres e Lorenzo Savadori, ha causato al pilota britannico un brutto infortunio.

Lo spagnolo della MV Agusta lo ha colpito e il rider del team Red Bull Honda WSBK era rimasto a terra dolorante, venendo subito soccorso e poi trasportato al centro medico presente nel circuito. Non ha mai perso conoscenza e ha sempre mosso gli arti. Tuttavia, la sua delicata situazione lo ha costretto ad essere portato in ospedale ad Alcaniz per degli esami approfonditi necessari.

Superbike, l’infortunio di Leon Camier

A Leon Camier è stato diagnosticato un trauma al torace: una frattura delle costole posteriori 9, 10 e 11 sul lato sinistro con una contusione polmonare. Le sue condizioni sono stabili, come comunicato dal team Red Bull Honda WSBK in un comunicato ufficiale. La squadra nelle ore scorse ha anche annunciato che il pilota ha lasciato l’ospedale di Alcaniz per andare ad Andorra, dove vive, per proseguire il suo recupero.

Il prossimo gran premio del campionato Superbike 2018 è nel weekend di questa settimana, ad Assen. Come riporta Speedweek, Camier non potrà prendervi parte. Le sue condizioni non glielo consentono, anche se comunque non c’è ancora il comunicato ufficiale che confermi ciò. Il GP seguente, ad Imola, sarà l’11-13 maggio e per quell’appuntamento ci sono sicuramente più possibilità. La cosa importante  è che il rider recuperi al meglio da questo infortunio. Con le fratture alle costole e la contusione polmonare non si scherza. E’ meglio che Leon non forzi troppo.

Visti i tempi ristretti, il team Red Bull Honda WSBK non dovrebbe avere un sostituto di Camier ad Assen. Correrà solamente Jake Gagne, alla prima stagione da titolare nel campionato mondiale SBK. L’americano ha finora raccolto 17 punti nei tre gran premi disputati finora, gli stessi che Michael Rinaldi ha conquistato nel solo gran premio di Aragon alla sua prima presenza ufficiale in Superbike. Il 25enne nato in California deve cercare di fare un salto di qualità nelle prossime gare.


Matteo Bellan