CONDIVIDI
Jonathan Rea Chaz Davies
Jonathan Rea e Chaz Davies (©Getty Images)

Il campionato Superbike 2018 è senza dubbio più equilibrato che quelli passati. Se nelle stagioni addietro c’era Jonathan Rea a dominare e lasciare le briciole agli altri, quest’anno vediamo maggiore equilibrio in pista.

E’ vero che il campione in carica SBK è ancora in testa alla classifica, però Chaz Davies è a 30 punti e Marco Melandri a 44. In una competizione che in ogni weekend ha due gare e mette in palio complessivamente 50 punti per chi vince, questo gap non è poi esagerato. Ovviamente il nord-irlandese della Kawasaki rimane il pilota da battere, ma nel 2018 sembra più battibile che nelle annate scorse. Ciò per effetto del nuovo regolamento Dorna (taglio dei giri del motore) e anche dei miglioramenti degli altri team.

Superbike, Jonathan Rea battibile per Chaz Davies

Chaz Davies al momento è il rivale più accreditato a sconfiggere Jonathan Rea. Lo dice la classifica e lo dicono anche le stagioni recenti. Il gallese del team Aruba Racing Ducati non ha mai vinto o sfiorato il titolo Superbike e nell’ultimo anno della Panigale R bicilindrica sogna il colpo grosso. Per farcela, però, è importante essere costantemente a podio ed evitare le troppe cadute delle annata passate.

Intervistato da Speedweek, il pilota 31enne ha confermato le proprie impressioni sul campionato SBK 2018 e si sente più fiducioso di poter lottare per il titolo. Queste le sue parole: «Continuo a pensare che sia troppo presto per dare giudizi. Anche se Johnny ha 30 punti di vantaggio su di me, l’ultima gara ad Assen è stata combattuta. E abbiamo perso almeno 16 punti a causa della caduta su Phillip Island. Stavo guidando Gara 2 e sarei comunque finito sul podio. Johnny non è incredibilmente superiore, come ad Assen ha mostrato il suo compagno di squadra. La stagione sta andando molto diversamente rispetto a un anno fa. Nella prima gara Rea era il riferimento, ma domenica Tom ha dimostrato che la moto era vincente non solo con Johnny».

Davies ha maggiori possibilità di vincere il mondiale Superbike quest’anno, non c’è dubbio. Ma nonostante la Kawasaki non sia più dominante, bisogna comunque fare molta attenzione e non sottovalutare Rea. Chaz conclude così la sua analisi: «Questo è un campionato diverso dal 2017, più equilibrato. Rea è in testa, però è diverso dall’anno scorso. Penso che per i fan la Dorna abbia fatto un buon lavoro». Il gallese della Ducati plaude Dorna per il nuovo regolamento, molto discusso ma che per adesso ha portato maggiore spettacolo nel WorldSBK.

 

Matteo Bellan