CONDIVIDI
Jonathan Rea Marco Melandri
Jonathan Rea e Marco Melandri (foto WoldSBK)

E’ andata ormai in archivio Gara 1 del campionato Superbike 2018 ad Aragon. A trionfare è stato Jonathan Rea, campione del mondo in carica, precedendo un tris di Ducati. Sul podio Chaz Davies e Xavi Fores, quarto Marco Melandri.

E’ stata una bella prima manche, con tanta battaglia in pista. A un certo punto Rea ha saputo fare la differenza, prendendo del margine di sicurezza con una Kawasaki che magari dominerà meno che in passato ma che resta una moto forte. Il compagno Tom Sykes, però, ha faticato di più e ha chiuso sesto, preceduto dalla Yamaha di Michael Van der Mark. L’altra R1 è arrivata settima con Alex Lowes, mentre l’esordiente Michael Rinaldi su Ducati del team junior Aruba Racing ha conquistato un ottimo ottavo posto finale.

Superbike Aragon, Gara 1: le parole di Rea e Melandri

Jonathan Rea, grazie al successo in Gara 1 ad Aragon, rimane in testa alla classifica mondiale Superbike. Ovviamente tanta soddisfazione per lui dopo la vittoria conquistata: “La nostra moto era perfetta in queste condizioni con bassa temperatura – riporta Speedweek – e sapevo che sarei stato forte soprattutto a fine gara. Dopo la FP1 ero frustrato, ma poi siamo migliorati. In gara ho montano la nuova gomma anteriore Pirelli, che avevo provato solo una volta. E’ stato un azzardo, ma mi ha dato fiducia e riuscivo a curvare meglio”.

La scelta degli pneumatici non è stata semplice, viste le condizioni climatiche. C’era una temperatura non alta e ciascun team ha dovuto valutare bene prima di decidere. In Kawasaki non hanno sbagliato. Rea aggiunge: “Dalla Thailandia ho cominciato a sentirmi meglio sulla moto, anche se abbiamo ancora qualche problema in frenata. Domani ci sarà sole, avremo temperature molto più alte. Sarà una gara diversa, quanto fatto oggi conterà poco”.

Sicuramente Rea domani cercherà di centrare la doppietta ad Aragon, anche in condizioni diverse da oggi. E vorrà essere della partita pure Marco Melandri, oggi quarto dopo aver lottato assieme agli altri piloti Ducati e aver mollato nel finale a causa di un errore che gli ha precluso la possibilità di giocarsi il podio. Il ravennate è secondo nel mondiale SBK con 80 punti, 14 in meno di Johnny e 3 in più del compagno Chaz Davies, che a sua volta precede di un solo punto Xavi Fores.

Melandri al termine di Gara 1 ha così commentato quanto avvenuto nella prima manche odierna in Spagna: “E’ stato difficile, a inizio gara ho avuto problemi e verso la fine ero più veloce. Tuttavia, non ho potuto superare efficacemente. Ogni volta che provavo a passare Fores, la moto si bloccava e non riuscivo a completare la mossa con successo. Il nostro potenziale è decisamente superiore rispetto al quarto posto. Domani in Gara 2 voglio tornare sul podio”.


 

Matteo Bellan