CONDIVIDI
davies melandri
Chaz Davies e Marco Melandri (foto Aruba Ducati)

Bellissima Gara 2 Superbike oggi ad Aragon. Tanto spettacolo sulla pista spagnola tra i protagonisti del campionato mondiale delle moto derivate di serie. Alla fine è stato Chaz Davies su Ducati a trionfare oggi, battendo Jonathan Rea (vincitore di Gara 1). Terzo posto per Marco Melandri.

Abbiamo assistito fino alla fine a tanta battaglia nelle prime tre posizioni. Avrebbe fatto parte di questa lotta anche Xavi Fores, se non fosse caduto durante la corsa mentre si trovava in testa. Forse la troppa voglia di vincere di fronte al suo pubblico gli ha giocato un brutto scherzo, però il pilota del team Barni Ducati resta una dalle sorprese positive di questo inizio di Mondiale SBK. Deludente Tom Sykes, oggi solamente sesto. Bravo Michael Rinaldi, settimo nella seconda manche odierna.

Superbike Aragon 2018: le parole di Davies, Rea e Melandri

Chaz Davies (Aruba Racing Ducati Team): “E’ stato bellissimo, è stata una battaglia bella e impegnativa. Ho avuto qualche problema con la moto all’inizio, però ho sempre cercato di restare concentrato a martellare il mio passo e sono riuscito ad arrivare sul primo gruppo. Poi sono riuscito nel sorpasso, è andata bene. Sono veramente felice per questa vittoria ad Aragon”.

Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team): “E’ stata una gara faticosa fino alla fine. Ho fatto un errore all’ultimo giro, ma anche senza di esso non sarebbe stato facile fare di meglio. Sono contento di questo weekend, un primo e un secondo posto sono un risultato accettabile. Il mio team ha lavorato molto. Anche la presenza dei miei tifosi mi ha aiutato”.

Marco Melandri (Aruba Racing Ducati Team): “E’ stato molto difficile. Ho avuto problemi con le oscillazioni della moto, ogni volta che cercavo di superare la moto si scuoteva. Un peccato, avevo la velocità per fare meglio però era complicato superare. Quando hai la velocità per vincere e non riesci a lottare è difficile. Appena ho provato a passare Rea alla prima curva la moto si è imbizzarrita. Non posso mai cambiare linea per provare a superare. Devo sempre sperare che gli altri sbaglino. Sentirsi veloci e non poter lottare è frustrante. Aspettiamo la prossima gara e speriamo di migliorare la moto”.

Matteo Bellan

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori