CONDIVIDI
Marco Melandri Sandro Cortese Yamaha GRT Superbike SBK
Marco Melandri e Sandro Cortese (foto WorldSBK)

Superbike 2019: il team GRT Yamaha pronto per il Gran Premio della Thailandia.

E’ in arrivo il secondo appuntamento del campionato mondiale Superbike 2019. In questo weekend si torna in pista in Thailandia presso il Chang International Circuit di Buriram.

Dopo il buon esordio in SBK nel GP d’Australia, il team GRT Yamaha vuole confermarsi competitivo. A Phillip Island in Gara 1 è stato conquistato un ottimo podio da parte di Marco Melandri, che anche in Gara 2 sembrava poter replicare il risultato prima di accusare un problema di gomme. E’ comunque terzo nella classifica iridata, niente male. Bene anche il rookie Sandro Cortese, che nelle tre manche australiane ha raccolto due ottavi posti e un settimo. Un debutto positivo e i margini di miglioramento non mancano.

Superbike 2019: Melandri e Cortese carichi per la Thailandia

Melandri è decisamente motivato per il Gran Premio della Thailandia 2019. Ha voglia di confermare di essere da podio con la Yamaha R1 del team GRT. Queste le sue dichiarazioni in vista del weekend di Buriram: «Sono davvero felice di tornare in Thailandia. È una pista che mi piace molto, anche se non è il circuito più tecnico del calendario. Sulla carta forse non è la pista migliore per noi, perché ci sono due lunghi rettilinei e dobbiamo ancora lavorare su questa area della moto, ma penso che le alte temperature che ci aspettiamo questo fine settimana potrebbero giocare a nostro favore. Mi sento bene e fiducioso dopo il primo round in Australia e la mia sensazione sta migliorando giorno dopo giorno sia con la moto che con la squadra, quindi vediamo cosa succede. Sarà anche interessante come vanno le cose senza test precedenti al Chang International Circuit, per vedere se tutti sono veloci come a Phillip Island».

Bisognerà fare i conti soprattutto con Alvaro Bautista, dominatore in Australia, e con i piloti ufficiali Kawasaki. Jonathan Rea, campione in carica Superbike, ha voglia di riscatto dopo essere stato battuto dal rivale della Ducati a Phillip Island. E ovviamente non bisogna dimenticare neanche l’altra squadra Yamaha, quella che schiera due piloti ambiziosi e competitivi come Alex Lowes e Michael van der Mark.

Per Cortese sarà un fine settimana ulteriore nel quale fare esperienza nel WorldSBK e cercare di essere più vicino possibile ai primi della categoria. Il campione del mondo Supersport del 2018 è impaziente di scendere in pista: «Sono felice di tornare in Thailandia. L’anno scorso è stata la mia prima volta al Chang International Circuit, ma ovviamente stavo in WorldSSP. Ora torno qui per correre in WorldSBK e non vedo l’ora di vedere come si comporta la R1 su questa pista. Cercherò di imparare il più velocemente possibile. Non abbiamo fatto dei test prima del weekend di gara come in Australia, il che renderà un po’ più difficile trovare un buon set up iniziale. Ma a Phillip Island abbiamo lavorato nella buona direzione e raggiunto il nostro obiettivo di finire tutte e tre le gare nella top ten, quindi sono sicuro che potremo continuare a lavorare nello stesso modo questo weekend in Thailandia. Il caldo sarà un fattore importante, con previsioni che promettono temperature estremamente alte, ma sono motivato, quindi vediamo come va».

 

Matteo Bellan

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori