CONDIVIDI
Bautista Alvaro Superbike 2019 Ducati
Alvaro Bautista (foto WorldSBK)

Continua il dominio incontrastato di Alvaro Bautista nel campionato mondiale Superbike 2019. Anche in Thailandia il pilota del team Aruba Racing Ducati ha fatto bottino pieno vincendo Gara 1, Superpole Race e Gara 2. Suo anche il miglior tempo nelle Qualifiche e dunque la pole position.

L’ex rider MotoGP ha avuto un inizio di stagione praticamente perfetto. Al suo debutto in SBK sta dominando, anche se bisognerà attendere le prossime tappe in Europa per capire se Jonathan Rea riuscirà a rispondere. Il campione in carica è sempre arrivato secondo con la sua Kawasaki nelle prime sei manche e vuole tornare a vincere. A Buriram abbiamo visto anche una buona Yamaha, che con Alex Lowes è arrivata tre volte terza.

Superbike, Thailandia 2019: le parole di Bautista, Rea e Lowes

Bautista ovviamente soddisfatto per il trionfo conquistato in Gara 2 Superbike del Gran Premio della Thailandia 2019: «Non so cosa dire… E’ stato un weekend perfetto per noi. Siamo stati davanti in tutte le prove e le gare. Ringrazio tutto il team, stiamo lavorando con una moto completamente nuova adattandoci bene alle diverse piste. Non è facile stabilire un proprio ritmo, però lo stiamo facendo bene. Nelle scorse otto gare qui sette le aveva vinte Kawasaki, era una pista buona per loro e più difficile per noi. Ma mi sono ritrovato con lo stesso feeling dell’Australia e sono molto felice».

Anche stavolta Rea ha dovuto arrendersi di fronte allo strapotere del pilota Ducati. Il quattro volte campione WorldSBK spera di potersi riscattare in Europa: «La seconda posizione per me è diventata la normalità quest’anno. Alvaro e Ducati hanno fatto un ottimo weekend. Ho fatto tutto il possibile, avevo buone sensazioni. Avevamo cercato di effettuare qualche modifica alla moto, però non aveva funzionato benissimo e quindi siamo tornati al setup di Gara 1. Dobbiamo essere comunque contenti del risultato, abbiamo fatto del nostro meglio. Ora bisogna cercare di chiudere il gap nelle prossime gare».

Sorridente Lowes, che con i tre podi conquistati in Thailandia si è rivelato il miglior pilota Yamaha e conta di riuscire ad avvicinarsi sia a Bautista che a Rea nei prossimi appuntamenti: «I podi per noi sono fantastici. Grande lavoro del nostro team, ringrazio Yamaha. E’ davvero bello far parte di questa famiglia, il nostro lavoro è finalizzato ad avvicinarci a Ducati e Kawasaki nelle prossime gare».

Matteo Bellan

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori