CONDIVIDI
alvaro bautista ducati test jerez superbike
Alvaro Bautista (foto Twitter Aruba Racing Ducati)

Superbike, Jerez test: tempi e classifica Day-1.

E’ arrivato il tanto atteso primo giorno di test Superbike a Jerez de la Frontera. Erano molti gli spunti di interesse per questo appuntamento. Domani la seconda e ultima giornata per provare sul circuito intitolato ad Angel Nieto.

C’era curiosità di vedere se Jonathan Rea si sarebbe confermato il migliore sulla nuova Kawasaki ZX10RR. E anche i progressi del compagno Leon Haslam. Interessava anche vedere i miglioramenti della Ducati Panigale V4 R con Chaz Davies e Alvaro Bautista. Lo spagnolo è all’esordio in SBK. Senza dimenticare Michael van der Mark e Alex Lowes del team ufficiale Yamaha, ma soprattutto Marco Melandri sulla R1 della squadra GRT. Presente anche Sandro Cortese, compagno del pilota italiano e campione mondiale Motorsport 2018.

-> Se vuoi restare aggiornato su tutte le ultime notizie della Superbike CLICCA QUI

Superbike, Jerez Test: tempi e classifica day-1

Il miglior tempo di questo day-1 di test Superbike a Jerez è stato siglato dal solito Rea. Il quattro volte campione del mondo SBK conferma la propria velocità sulla Kawasaki. Ha lavorato su sospensioni, pneumatici ed equilibrio tra telaio, distribuzione del peso e nuovo motore Il nord-irlandese ha chiuso con 1’39″657. Dietro di lui a 322 millesimi c’è Bautista, che all’esordio sulla Ducati V4 R dimostra subito di essere competitivo. Lo spagnolo ha effettuato 65 giri per cercare di trovare più feeling possibile con la nuova moto. Le sensazioni sono molto positive.

Bautista si è messo dietro il compagno Davies, distante 545 millesimi da Rea oggi. Va detto che il gallese, oggi autore di 49 giri, non è al 100% fisicamente. Tuttavia, è interessante che l’ex pilota MotoGP abbia preso subito confidenza con la Ducati V4 R e abbia preceduto il teammate. Quarta posizione per Lowes, con un gap di 639 millesimi dal leader di giornata. Il pilota Yamaha ha fatto 64 giri. C’erano da testare novità di telaio, forcellone ed elettronica. Quinto Haslam (+0.733) con l’altra Kawasaki ufficiale.

Chiude col sesto tempo Melandri, a poco più di un secondo da Rea. Per il rider di Ravenna prima uscita sulla Yamaha del team GRT. Dopo due anni in Ducati, ora deve adattarsi alla R1. Sicuramente è stato fatto un lavoro a livello di ergonomia della moto. Dietro di lui Van der Mark (+1.915), uno che ormai dovrebbe avere la padronanza del mezzo ma che non sta bene fisicamente e pertanto non si è espresso al meglio. Ottavo Cortese, compagno di Marco, e al primo approccio in Superbike. Per il tedesco 2″3 di gap da Johnny oggi.

jerez test superbike sbk

 

Matteo Bellan

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori