CONDIVIDI
honda ten kate superbike sbk
(foto Twitter)

Superbike, il team Ten Kate dichiara bancarotta e accusa Honda.

Brutta notizia per il campionato mondiale Superbike. Il team Ten Kate ha dichiarato bancarotta. Svanisce, dunque, ogni speranza di rivedere la celebre squadra olandese nel 2019.

Dopo il divorzio voluto da Honda, concludendo una collaborazione che durava da diciotto anni, la struttura ha cercato altre partnership. Sono uscite diverse voci su contatti con altre case, per ultima la Suzuki. Tuttavia, nulla si è concretizzato. E in queste ore è arrivato il comunicato ufficiale sulla bancarotta. Un vero peccato, visto che tra SBK e Supersport erano stati molti i successi di Ten Kate. Anche se è vero che da diversi anni i risultati erano scarsi.

Superbike, comunicato Ten Kate sulla bancarotta

Di seguito il comunicato ufficiale di Ten Kate, che accusa Honda ed è pronta ad agire legalmente per un risarcimento:

«Ten Kate Racing BV, la società per 18 anni responsabile delle attività della Honda nelle serie World Superbike e World Supersport, durante i quali la squadra ha vinto 10 titoli mondiali, è stata dichiarata in bancarotta.

Questa triste situazione è il risultato diretto di una notifica tardiva rilasciata a Ten Kate Racing sul fatto che Honda volesse porre fine alla sua collaborazione con l’azienda olandese. Honda ha dichiarato di voler invece continuare la propria attività con altre due società che si assumeranno la responsabilità dei requisiti tecnici e logistici dell’azienda nel campionato mondiale Superbike. Questa notifica è stata data alla direzione di Ten Kate Racing il 30 ottobre 2018, senza alcuna indicazione o ulteriore spiegazione.

Fino all’ultima gara della stagione mondiale Superbike 2018, il 27 ottobre in Qatar, il rapporto tra Honda e Ten Kate Racing era “business as usual”, con personale, sviluppo tecnico, test invernali e tutti gli altri aspetti dell’operazione di squadra per il la stagione successiva discussa in dettaglio e con la maggior parte delle importanti decisioni già prese.

Infatti, il più grande punto interrogativo è stato il livello di supporto tecnico di Honda e Honda Racing Corporation (HRC) in Giappone. Una visita dei rappresentanti di HRC in aprile al workshop Ten Kate Racing a Nieuwleusen ha chiarito che, dopo molti anni, il team non sarebbe più solo responsabile dello sviluppo di motori, telai ed elettronica e che il supporto tecnico sarebbe stato disponibile dalla fabbrica. La decisione di Honda di interrompere la cooperazione è stata quindi una sorpresa completa ed è andata totalmente contro tutte le aspettative e le convinzioni della squadra.

Negli ultimi anni, una chiara intesa tra la direzione di Ten Kate Racing e la Honda ha stabilito che qualsiasi notifica del desiderio di interrompere la collaborazione tra le due parti avrebbe dovuto essere anticipata (cioè prima della pausa estiva del campionato mondiale Superbike). Ciò consentirebbe a Ten Kate Racing di esplorare opportunità di cooperazione con altri produttori e, nel peggiore dei casi, di gestire le risorse umane e le potenziali ridondanze all’interno del team. Durante le discussioni in corso, Ten Kate Racing ha anche manifestato la propria disponibilità a diventare un partner logistico nel caso in cui la Honda avesse desiderato tornare al campionato mondiale Superbike come team ufficiale.

Dopo aver ricevuto la notifica da Honda il 30 ottobre, la direzione di Ten Kate Racing ha, naturalmente, avuto molte conversazioni con altri produttori e sponsor. Tuttavia, come temuto dal team, i budget e le moto del World Superbike erano già stati completamente assegnati all’inizio di novembre.

Mentre era chiaro che c’era un interesse genuino e di alto livello da parte di diversi produttori, i tempi erano sbagliati. In attesa di procedimenti legali relativi a questa situazione, Ten Kate non farà ulteriori commenti in questo momento. La direzione del team, tuttavia, continuerà a lavorare sui piani per correre a livello di campionato mondiale, si spera per (parte) la stagione 2019 o almeno nel 2020.

Gerrit e Ronald ten Kate desiderano riconoscere gli enormi sforzi di ogni singolo membro del team negli ultimi 18 anni e ringraziarli per gli enormi successi e le vittorie in campionato che questi sforzi hanno reso possibili. L’organizzazione Ten Kate desidera anche dichiarare che la fine della sua collaborazione con Honda nel Mondiale Superbike non avrà alcun effetto sul concessionario Honda di Nieuwleusen o del reparto Prodotti e Tuning Ten Kate Racing».

 

Matteo Bellan

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori