CONDIVIDI
SYKES tom bmw superbike
Tom Sykes (foto BMW Motorrad WorldSBK)

Un fine settimana difficile per la BMW in Thailandia. In un circuito come quello di Buriram, dove ci sono tre rettilinei importanti e il motore conta, la S1000 RR ha fatto un po’ di fatica.

Tuttavia, Tom Sykes tra Gara 1 (nono) e Superpole Race (decimo) è riuscito almeno a stare in top 10. Poi in Gara 2 si è dovuto ritirare per un problema tecnico della sua moto. Per Markus Reiterberger due quattordicesimi posti e un undicesimo. Il team BWM Motorrad WorldSBK conta di essere più competitivo nel prossimo GP ad Aragon.

Superbike, Thailandia 2019: Sykes sulla situazione BMW

Sykes dispiaciuto per il ritiro di Gara 2. E’ sempre importante chiudere le corse sia per i punti che per raccogliere dati preziosi e fare esperienza su una moto nuova come la S1000 RR. Il campione del mondo Superbike del 2013 non ha nascosto la propria amarezza dopo la seconda manche: «Dopo un paio di giri ho sentito che qualcosa non andava. È un po’ frustrante perché abbiamo apportato modifiche alla moto e mi sentivo davvero bene. Di positivo c’è che ero sorpreso di essere tra i primi dieci con il nostro svantaggio sul rettilineo. Quindi essere nella top ten è davvero promettente secondo me».

L’esperto pilota britannico ha avuto modo di sottolineare le cose positive della sua BMW S1000 RR, evidenziando però il problema inerente alla mancata velocità sul dritto: «Nell’approccio e nell’ingresso di molte curve, il telaio e il setup della BMW S 1000 RR sono davvero un vantaggio rispetto alla concorrenza. Quindi nel complesso ci sono molti aspetti positivi da accettare. Il negativo è ovviamente, come abbiamo visto a Phillip Island, che stiamo molto lontano nei rettilinei, ma spero che non sarà più un problema in un futuro non troppo lontano». Già da Aragon dovrebbero esserci novità in grado di far soffrire meno Sykes e Reiterberger in accelerazione e in velocità massima.

Matteo Bellan

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori