CONDIVIDI
Marco Melandri GRT Yamaha Superbike 2019 Australia
Marco Melandri (©Getty Images)

Superbike, Melandri in crisi: deve trovare una soluzione con il team GRT Yamaha.

Non è un momento particolarmente felice per Marco Melandri. Dopo il buon avvio di campionato mondiale Superbike 2019, con il podio di Gara 1 in Australia e cinque sesti posti consecutivi tra Phillip Island e Buriram, il pilota italiano ha cominciato a soffrire.

Se inizialmente si parlava soprattutto delle forti oscillazioni in rettilineo della sua Yamaha R1, in realtà da Aragon sono emersi problemi anche peggiori di quello. Il 36enne rider di Ravenna fatica in frenata e in ingresso curva. Non riesce a guidare la moto in maniera efficace, sfruttando il suo stile di guida. Un peccato vedere un pilota del suo talento non riuscire ad esprimersi come vorrebbe. Comunque, nel team GRT c’è massimo impegno nel riuscire a trovare la soluzione. E siamo sicuri che la “crisi” finirà.

Superbike 2019, Melandri in difficoltà con la Yamaha

Melandri tra Aragon e Assen non è riuscito neppure a stare in top 10. Due undicesimi posti, due dodicesimi e un quattordicesimo. Ovviamente il suo valore reale è un’altro, può almeno giocarsi il podio quando è in condizioni ideali. Non è inferiore a colleghi di marca come Alex Lowes e Michael van der Mark. Adesso per lui è importante riuscire a lavorare con profitto assieme ai tecnici del team GRT Yamaha per essere competitivo tra meno di un mese a Imola. Di fronte al pubblico italiano sia lui che la squadra vogliono riscattarsi.

Dopo Assen, l’esperto pilota ravennate è apparso decisamente sconsolato. Ed è normale che sia così. Allo stesso tempo, però, vuole impegnarsi per uscire da questa situazione complicata: « Ho avuto lo stesso problema che ho dall’inizio – riporta il sito ufficiale grtracingteam.com -, con la moto quasi impossibile da fermare sui freni e difficile da girare. Non posso usare il mio stile di guida normale perché, con qualsiasi angolo di piega, la moto è piuttosto aggressiva sulle buche. Abbiamo tre settimane prima di Imola; pista diversa, tempo diverso, che sarà un po’ meglio ma non è facile al momento».

Melandri si è anche sfogato sul proprio profilo ufficiale Instagram, ribadendo il momento complicatissimo che sta vivendo: «Continuare a lottare con la moto anzi che guidarla non è stato facile. Purtroppo non so mentire e devo accettare il fatto che sono ben lontano dal mio vero potenziale. Per qualche motivo più lavoriamo peggio andiamo. Sento di guidare proprio male, ma non sentire mai le ruote in terra è come voler correre a piedi sul ghiaccio».

Sicuramente Marco non si aspettava di ritrovarsi in tale posizione. La sua aspettativa era quella di poter lottare costantemente per il podio, non di ritrovarsi persino fuori dalla top 10. Le condizioni climatiche difficili di Assen certamente non hanno agevolato il lavoro suo e del team GRT. La speranza è che per Imola vi sia un miglioramento evidente. Il pilota sta anche aspettando un serbatoio più piccolo per la sua Yamaha R1. Vedremo se arriverà e se in generale in Italia ci saranno i progressi auspicati.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Comtinuare a lottare con la moto anzi che guidarla non è stato facile, purtroppo non so mentire e devo accettare il fatto che sono ben lontanto dal mio vero potenziale, per qualche motivo piu lavoriamo peggio andiamo, sento di guidare proprio male, ma non sentire mai le ruote in terra è come voler correre a piedi sul ghiaccio.. Ho la consapevolezza di non essere solo nel garage, e la voglia vi tornare a fare bene non ci manca. Ad Imola spero di poter ricominciare domenticando questa trasferta…. I can not lie and it’s clear that i ride so bad, but when you fight instead to ride the bike everything become so tough. Guys are working hard behind me to get back in the pack and i will never give up!! #revsyourheart #ttcircuitassen #trentinowow #gaerne #nolanriders #spidi #mm33 #worldsbk #nldworldsbk

Un post condiviso da Marco Melandri (@marcomelandri33) in data:

Matteo Bellan

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori