CONDIVIDI

Superbike SBK 2019 Australia Gara 2

Chico Lorenzo, padre di Jorge, critica la Superbike: parole pesanti le sue.

Il campionato mondiale Superbike 2019 si è aperto nel segno di Alvaro Bautista. Dopo i tanti anni in MotoGP, al suo debutto nella categoria il pilota castigliano ha dominato sia in Australia che in Thailandia.

Il 34enne del team Aruba Racing sta veramente facendo la differenza. Infatti, con la Ducati Panigale V4 R è l’unico che sta facendo risultati grandiosi. Chaz Davies, Eugene Laverty e Michael Rinaldi sono più indietro. Se non ci fosse lo spagnolo, probabilmente avremmo visto il solito Jonathan Rea vincere con la Kawasaki e la Yamaha come seconda forza. Ovviamente bisognerà attendere le prossime gare in Europa per capire se effettivamente questo dominio proseguirà oppure se i due primi GP sono stati l’eccezione.

Superbike 2019: il padre di Jorge Lorenzo all’attacco

Chico Lorenzo, padre di Jorge, è molto attivo su Twitter nel commentare ciò che avviene nelle gare di motociclismo. Nelle scorse ore gli è stato chiesto di commentare ciò sta succedendo nel campionato mondiale Superbike e non si è tirato indietro.

Il papà del cinque volte campione del mondo ha così esordito: «La qualità di Bautista è diventata chiara nel 2019. È anche vero che il fatto di essere fuori dalla MotoGP gli ha dato quel plus di cui tante volte hanno bisogno i piloti, o degli atleti in generale, per arrivare alla loro versione migliore. Forse con una moto ufficiale avrebbe ottenuto dei podi o anche delle vittorie. La qualità del Bautista come grande pilota di MotoGP è fuori discussione, ma in questo sport c’è qualcosa che è al di sopra della qualità dei piloti».

Chico Lorenzo ha speso parole di elogio per Bautista, ritenendolo un buonissimo rider in grado di fare buoni risultati anche in MotoGP nelle giuste condizioni. Poi passa, però, a criticare la Superbike: «Immagino che per vari motivi fosse molto interessante che Bautista corresse quest’anno in Superbike come ufficiale di una marca che non fosse Kawasaki e con la possibilità di fare ciò che sta facendo. Non mi ha sorpreso assolutamente, perché durante questi anni abbiamo avuto dimostrazioni che il livello della SBK è penoso e ciò non si può discutere. Questo “mondiale” ha bisogno di ricambio generazionale, perché Bautista li ha lasciati con il culo all’aria».

Il padre di Jorge Lorenzo ritiene che il livello del campionato WorldSBK sia scadente e auspica miglioramenti per il futuro. Conclude così il suo intervento sull’argomento: «Vorrei che la SBK avesse un livello sportivo pari a quello della MotoGP, ma con più moto “da strada”. Così da abbassare i costi al punto che ogni pilota potrebbe dimostrare la propria qualità con un budget molto basso. Diventerebbe un altro trampolino di lancio per la MotoGP».

 

Matteo Bellan

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori