CONDIVIDI
Logo HRC Honda Racing Corporation
Logo HRC (Honda Racing Corporation)

Superbike, HRC si impegna? Possibile accordo Honda-Moriwaki. Team Althea interessato

Non si può certo dire che Honda si sia impegnata nel campionato mondiale Superbike in questi anni. La casa di Tokio è concentrata soprattutto sulla MotoGP, a livello di competizioni motociclistiche, e non supporta il team SBK.

HRC (Honda Racing Corporation) sedici anni fa ha lasciato la gestione in mano a Honda Motors Europe (HME), preferendo non impegnarsi direttamente a causa delle divergenze con l’allora promotore FG Sport. Non è un caso che in seguito la casa alata abbia vinto solamente un titolo Superbike, quello del 2007 con James Toseland come pilota e Ten Kate Racing ad occuparsi del team. La struttura olandese dal 2004 rappresenta la principale squadra WorldSBK che corre con le moto di Tokio. Essa ha gestito tutto senza supporto HRC.

Superbike 2019: Honda si accorda con Moriwaki e Althea?

Il marchio giapponese in questi anni ha fatto tanta fatica nel campionato mondiale delle derivate di serie. I risultati sono stati parecchio scarsi per una casa così prestigiosa e storicamente vincente. Ci si è anche interrogati sul senso di correre in questo modo, partecipando alla Superbike senza alcun impegno della fabbrica e senza la possibilità concreta di vincere o almeno di giocarsela. Le prestazioni della CBR1000RR sono lontane da quelle di Kawasaki, Ducati e Yamaha.

Secondo le ultime news del portale Speedweek, sembra che HRC voglia porre fine a questo scenario imbarazzante e abbia deciso di supportare maggiormente il progetto SBK. A tal fine sta trattando un accordo con Moriwaki per una collaborazione nel campionato dal 2019. Le due aziende giapponesi hanno rapporti da tanti anni, hanno collaborato in più competizioni e lo fanno tuttora (ad esempio nell’All Japan Champioship). La trattativa è in fase avanzata e a giorni ci saranno novità.

Tuttavia, per Moriwaki questo nuovo impegno comporterebbe qualche problema. Sia sul piano logistico che per il fatto che il tempo stringe e Honda sta prendendo decisioni in netto ritardo rispetto alla concorrenza. Per questo, il marchio di Suzuka vorrebbe unire le forze con un team già presente in Superbike. Come già anticipato in Italia dai colleghi di CorseDiMoto, potrebbe essere la squadra Althea Racing di Genesio Bevilacqua ad essere coinvolta nel progetto. Non è stato rinnovato l’accordo con BMW, passata con Shaun Muir Racing, e pertanto la struttura italiana sta cercando una nuova intesa per continuare a partecipare al campionato nel 2019. I colloqui con Ducati non sono sfociati in un accordo e adesso sembra essersi aperta la possibilità di una partnership con Honda e Moriwaki. Invece l’ipotesi Aprilia non appare troppo concreta.

Speedweek ha rivelato anche che martedì ci sarà un incontro ad Amsterdam tra dirigenti Honda provenienti dal Giappone e quelli della divisione europea HME. Un vertice dal quale dovrebbero emergere definitivamente i piani della casa di Tokio per il campionato WorldSBK 2019. In caso di accordo con Moriwaki e pure con Althea Racing di Bevilacqua, è difficile che prosegua la partnership con Ten Kate in Superbike. La struttura olandese, preoccupata dal ritardo con il quale Honda sta definendo i progetti futuri, potrebbe occuparsi delle squadre Supersport al fine di valorizzare piloti che poi possano salire in SBK nei prossimi anni. In tale categoria ha vinto nove titoli mondiali piloti con Fabien Foret, Chris Vermeulen, Karl Muggeridge, Sebastien Charpentier (2), Andrew Pitt, Kenan Sofuoglu (2) e Michael van der Mark.

 

Matteo Bellan –

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori