CONDIVIDI
Michael Ruben Rinaldi Ducati Superbike 2019
Michael Ruben Rinaldi (©Getty Images)

Superbike 2019, GP Australia: le considerazioni di Rinaldi e Laverty dopo Phillip Island.

Se la Ducati Panigale V4 R di Alvaro Bautista ha dominato il weekend del Gran Premio d’Australia 2019, invece le altre sono arrivate più indietro. A partire da quella di Chaz Davies, compagno dello spagnolo nel team Aruba Racing e dunque con trattamento ufficiale.

Per quanto riguarda gli altri piloti ducatisti, Michael Rinaldi e Eugene Laverty, il fine settimana di Phillip Island non è stato facile ma ha comunque lasciato dell’ottimismo in vista del futuro. Certamente c’è tanto lavoro da fare nei team Barni e Go Eleven, però la moto bolognese ha un potenziale enorme e solamente lavorando sodo arriveranno risultati migliori rispetto a quelli dell’ultimo GP.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di MotoGP, Superbike e F1 CLICCA QUI

Superbike 2019, GP Australia: parlano Rinaldi e Laverty

Rinaldi in Gara 1 aveva conquistato un incoraggiante nono posto, mettendosi dietro sia Davies che Laverty. Cosa successa pure nella Superpole Race, dove ha chiuso ottavo. Invece in Gara 2 è arrivato solamente sedicesimo al traguardo, perché un problema di aderenza al posteriore lo ha costretto a rientrare ai box. Il pilota del team Barni Racing è comunque ottimista per il futuro: «Il giudizio complessivo sul weekend è positivo, siamo sempre andati in crescendo fino alla gara sprint dove sono riuscito ad andare forte. In gara 2, nonostante una buona partenza, ho capito subito che c’era qualcosa che non andava. Ho provato a restare in pista, ma a pochi giri dalla fine mi sono dovuto fermare al box. Sono voluto rientrare per terminare la gara, ma a quel punto il risultato era compromesso. Ora cercheremo di capire bene che cosa è successo per far sì che l’inconveniente non si verifichi di nuovo».

Laverty nella prima manche è giunto solamente dodicesimo, migliorando poi con due noni posti tra gara sprint e seconda manche. Il pilota nord-irlandese del team Go Eleven è soddisfatto del fine settimana di Phillip Island: «Sono molto contento del progresso che abbiamo fatto questo weekend. Terminare in P 9 sia in Superpole Race che in gara 2 significa aver fatto un bel salto in avanti. Grazie a tutti i miei tecnici del Team Go Eleven Ducati per il loro duro lavoro durante tutta la settimana. Abbiamo portato a casa con tre solidi risultati. Sono fiducioso che questo sia solo l’inizio e che potremo tirare fuori sempre migliori prestazioni dalla mia stupenda Ducati V4-R».


Matteo Bellan

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori