CONDIVIDI
chaz davies Ducati Superbike 2019
Chaz Davies (©Getty Images)

Superbike 2019, GP Australia: Davies fa i conti con un Bautista fenomenale.

Ducati ha dominato nel weekend del Gran Premio d’Australia 2019 Superbike. Alvaro Bautista con la sua Panigale V4 R ha vinto Gara 1, Superpole Race e Gara 2 facendo bottino pieno di punti. Un esordio straordinario sia per lo spagnolo che per la nuova moto bolognese.

Chi sorride meno nel team Aruba Racing è Chaz Davies, sconfitto in maniera netta dal proprio compagno. A Phillip Island due decimi posti in prima manche e gara sprint, poi settima posizione domenica nella seconda manche. Il gallese ha preso distacchi importanti da Bautista e non può essere contento. Sicuramente i problemi fisici alla schiena un po’ lo condizionano, però comunque lui non riesce ancora a guidare la Panigale V4 R come vorrebbe.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di MotoGP, Superbike e F1 CLICCA QUI

Superbike 2019, GP Australia: Davies vuole migliorare

Davies al sito ufficiale Ducati ha rilasciato le proprie impressioni sul Gran Premio d’Australia 2019 Superbike: “Abbiamo fatto dei piccoli progressi in gara 2 e avevo più fiducia con la mia Panigale V4 R. Considerando il risultato di Gara 1 e non avendo nulla da perdere, i ragazzi oggi hanno fatto delle modifiche importanti al set up permettendomi di migliorare leggermente il mio passo gara. Ovviamente sono un po’ deluso perché non ci aspettavamo questo risultato, ma abbiamo raccolto tanti dati utili che ci permetteranno di prepararci al meglio per la prossima gara. Voglio fare i complimenti ad Alvaro, è stato impressionante e ha fatto un week end straordinario”.

L’esperto pilota gallese ha fatto sicuramente dei progressi nella seconda manche di Phillip Island. Il settimo posto finale non è un piazzamento disastroso, anche se lui vorrebbe ovviamente lottare per la zona podio. Però in questo momento sta avendo più difficoltà di Bautista e deve essere bravo col suo team a trovare il modo di guidare la Ducati Panigale V4 R in maniera efficace. Se non avesse avuto i noti problemi alla schiena, probabilmente in Australia sarebbe stato a un livello migliore. Infatti, i suoi test invernali sono stati caratterizzati da questo problema che lo ha ostacolato. Non ha percorso abbastanza chilometri sulla nuova moto bolognese. Tuttavia, il vice-campione SBK 2017 e 2018 avrà modo di riscattarsi più avanti.

 

Matteo Bellan

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori