CONDIVIDI
Jonathan Rea
Jonathan Rea of Great Britain and KAWASAKI RACING TEAM (©Getty Images)

Da domani a mercoledì undici team del campionato mondiale Superbike saranno presenti sulla pista di Jerez de la Frontera per la prima sessione collettiva di test 2018. Un’occasione importante per prepararsi alla nuova stagione.

Il principale osservato speciale sarà Jonathan Rea, reduce da tre titoli SBK consecutivi con la Kawasaki. Un dominio del nord-irlandese e della ‘verdona’ giapponese. Anche quest’anno sarà lui l’uomo da battere. E il primo a volerlo sconfiggere sarà il compagno di squadra Tom Sykes, già campione del mondo 2013 e secondo in tre occasioni (2012, 2014 e 2016).

Superbike 2018, test importante a Jerez

Guardando agli altri team presenti, sarà sicuramente Aruba Racing Ducati il principale rivale di Kawasaki. La struttura italiana schiera due piloti esperti come Chaz Davies (2° nel 2017) e Marco Melandri, desiderosi di giocarsi il titolo nel 2018 in attesa di provare la nuova Panigale V4 che correrà in SBK nel 2019. A Jerez ci sarà pure Michael Rinaldi, intervistato recentemente da Tuttomotoriweb, che parteciperà alle gare europee con lo Junior Team.

Terza forza dell’ultimo campionato mondiale Superbike è stata la Yamaha con il team Pata. Una squadra in crescita e che nel terzo anno dal ritorno della casa di Iwata in SBK vorrà provare a infastidire più da vicino la Kawasaki. Alex Lowes e Michael van der Mark sono buoni piloti, a cui manca un po’ più di continuità. In Spagna cercheranno ulteriori progressi.

Nel 2018 si spera di vedere anche un’Aprilia più competitiva. Il team Milwaukee ha due bravi rider come Lorenzo Savadori e Eugene Laverty. A Jerez pure la Honda con la squadra Red Bull, che con Leon Camier punta a rilanciarsi dopo anni difficili. Il suo compagno sarà Jake Gagne, americano a cui servirà del tempo per poter rendere al meglio. Curiosità sulla nuova centralina Magneti Marelli, che prenderà il posto di quella Cosworth.

Presente anche BWM con la struttura Althea di Genesio Bevilacqua e il suo unico pilota Loris Baz, ex MotoGP. In Spagna correrà pure MV Agusta con il nuovo pilota Jordi Torres. Il team Puccetti schiererà Toprak Razgatliogu sulla propria Kawasaki, mentre il team Pedercini la affiderà a Yonny Hernandez. Invece il team Guandalini avrà il ceco Ondrej Jezek in sella alla propria Yamaha R1.

Dopo i due giorni di Jerez, si tornerà in pista il 27-28 gennaio a Portimao (Portogallo). Sarà l’ultimo test europeo. Poi si volerà in Australia il 19-20 febbraio, per le ultime prove pre-campionato. Il Mondiale SBK scatterà proprio a Phillip Island il 23-25 febbraio.

Matteo Bellan