CONDIVIDI
Paolo Ciabatti
Paolo Ciabatti (©Getty Images)

Superbike | Ciabatti commenta con dispiacere l’addio di Aprilia.

L’Aprilia nel 2019 non prenderà parte al campionato mondiale Superbike. La casa di Noale ha deciso di concentrarsi sulla MotoGP, abbandonando la categoria delle derivate di serie. Una scelta che non ha sorpreso particolarmente.

Infatti, era chiaro che l’azienda italiana non avesse più intenzione di impegnarsi nella SBK. Un peccato, visto che la moto sarebbe competitiva se vi fosse uno sviluppo adeguato. In passato il marchio veneto si era anche aggiudicato dei titoli, tre piloti e quattro costruttori. Tuttavia, Aprilia ha deciso di avere altre priorità e di concentrarsi unicamente sulla top class del Motomondiale.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di MotoGP, Superbike e F1 CLICCA QUI

Superbike, Ciabatti commenta l’addio di Aprilia

Paolo Ciabatti, intervistato da Speedweek, ha così commentato l’addio della casa di Noale alla Superbike: «Avere il maggior numero di produttori possibile a un livello buono è un bene per qualsiasi campionato. Mi dispiace che l’Aprilia abbia deciso così. Ogni produttore sa quanto budget ha a disposizione e quali spese può gestire. Capisco che vogliano concentrarsi su un progetto solo. Suppongo che non abbiano abbastanza personale e risorse per competere in entrambi i campionati. So che non è facile essere coinvolti in due progetti ed essere competitivi».

Il direttore sportivo di Ducati è dispiaciuto per l’uscita dell’Aprilia dal campionato mondiale SBK, anche se comprende le ragioni della scelta. Infine aggiunge: «Il fatto che perdiamo Aprilia non va bene per il campionato del mondo Superbike. Tuttavia, BMW e Honda tornano con più impegno e potremmo avere un sufficiente spettacolo in pista».

Ciabatti spera che con il maggiore impegno di BMW e Honda ci possa essere maggiore competizione in pista. Ma è necessario che anche la stessa Ducati faccia un salto di qualità per ridurre il gap dal binomio Rea-Kawasaki. L’innovativo progetto Panigale V4 R va in questa direzione. Senza scordare Yamaha, cresciuta di anno in anno e attesa a un 2019 di alto livello.

 

Matteo Bellan

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori