CONDIVIDI
Scott Redding (photo Aprilia)

Scott Redding sta lavorando per familiarizzare quanto prima con la sua nuova Aprilia RS-GP dopo aver corso nella classe regina per due stagioni con Honda e due con Ducati. Dopo il contatto iniziale a novembre con Valencia e Jerez con la moto del 2017, il pilota inglese ha avuto la possibilità di testare la moto 2018 in Malesia.

Dopo il primo test invernale sono state trovate nuove soluzioni (alcune inedite, come la posizione del tappo del serbatoio) e la strada da battere è stata tracciata, così da poter sviluppare l’enorme potenziale della RS-GP. “Il test in Malesia è stato una sorta di shakedown, abbiamo avuto la nuova moto e non ho guidato l’Aprilia da Jerez – ha raccontato Redding -. All’inizio, quando abbiamo semplicemente impostato il 2017 sulla moto 2018, non ha funzionato. Per Aleix non è stata una grande differenza, ma ha molta più esperienza su questa moto, abbiamo iniziato a lavorare su questo, anche a sperimentare, per farmi sentire a mio agio in sella alla fine dei tre giorni”.

Scott Redding (photo Aprilia)

Dopo quattro stagioni in MotoGP Scott Redding sente di avere la giusta esperienza per dare le dovute indicazioni ai tecnici nello sviluppo della nuova Aprilia. Dopo qualche lieve malumore con Pramac ha trovato un ambiente sereno e solidale. “Mi sono sentito benissimo fin dal primo giorno, ho un buon equipaggio attorno a me… i ragazzi stanno iniziando a capire quello che mi piace e quello che mi serve per essere veloce, sento che tutti i ragazzi di Aprilia credono in me e questo è quello che stavo cercando, sono davvero felice di avere questa opportunità”.

L’obiettivo per il Mondiale 2018 è la top-6, un traguardo ambizioso e difficile, ma che non spaventa il britannico. “Voglio mettere l’Aprilia nella top-6, l’anno scorso Aleix ha dimostrato che è un risultato alla nostra portata e penso che la nuova moto ha ancora più potenziale, ci sono ancora alcune nuove parti che arrivano come il nuovo motore. Abbiamo ancora alcuni test da fare, dopo di che la mia priorità principale sarà quella di continuare a migliorare in gara e cercare di essere il più competitivo possibile”.

Scott Redding (photo Aprilia)