CONDIVIDI
Kevin Schwantz
Kevin Schwantz photo Facebook

MotoGP | Kevin Schwantz difende Valentino Rossi dopo i fatti del GP d’Argentina: “Marquez doveva essere punito, Dorna colpevole”

L’ex stella Suzuki Kevin Schwantz, campione iridato nella 500cc nel 1993, è tra coloro che si schierano a favore di Valentino Rossi dopo lo scontro con Marc Marquez a Termas de Rio Hondo. Il pilota americano invita il fenomeno di Cervera ad ammorbidire il suo stile di guida e ad effettuare sorpassi “puliti”. “Se sei più veloce del pilota davanti a te, allora trova un modo per superarlo in maniera pulita. Non mi interessa quali siano le condizioni della pista perché sono uguali per tutti. Trova il modo di passare senza colpirlo”.

Nei mesi scorsi Marquez ha dato prova della sua aggressività, secondo Kevin Schwantz, in alcuni scontri al fotofinish con Andrea Dovizioso, ma l’intelligenza del pilota Ducati avrebbe evitato il peggio. “Avremmo avuto più situazioni come questa se Andrea non fosse così intelligente – ha detto in un’intervista a Motorsport.com -. Se in quelle gare in cui hanno giocato la vittoria all’ultima curva non gli avrebbero permesso di mettere la moto, entrambi sarebbero finiti per terra. Ma Dovi sa qual è il metodo di Marc. Frena forte ma lascia la porta aperta perché è consapevole che apparirà lì”. Secondo l’ex campione americano la Dorna ha la sua parte di responsabilità sin dagli anni precedenti: “Perché non hanno fatto qualcosa prima quando Marquez stava già guidando così in Moto2?“.

Adesso Marc meriterebbe un chiaro avvertimento verbale prima di Austin: “Devono dirgli che se per qualche ragione, qualunque cosa sia, colpisce di nuovo qualcuno, non dovrà correre”, perchè “Márquez non si è preoccupato delle conseguenze che il contatto poteva causare. Anche se ha smesso di frenare o è arrivato troppo veloce a causa delle condizioni della pista, è un campione, sa cosa sta facendo – ha aggiunto Kevin Schwantz -. Tutti noi commettiamo errori occasionali in condizioni critiche. Ma non dovrebbe mettersi in situazioni così delicate quando può potenzialmente danneggiare gli altri. E se lo fai, deve essere chiaro che riceverai una sanzione”.

 

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori