CONDIVIDI
Jonathan Rea
Jonathan Rea (foto KRT)

Terminato il secondo e ultimo giorno di test Superbike in Australia. L’ultima sessione che precede il primo gran premio del campionato mondiale 2018, che scatterà tra pochi giorni proprio a Phillip Island. Venerdì 23 febbraio i primi tre turni di Prove Libere.

Oggi riscatto Kawasaki sulla pista australiana, dove c’è stata una giornata di sole non disturbata dal vento di ieri. Davanti a tutti il campione del mondo Jonathan Rea, che ieri era caduto e si era alla fine accontentato della terza posizione. Oggi ha martellato come sa fare, stampando il tempo di 1’30″598. Ottimo anche il passo del nord-irlandese, che ha preceduto di due decimi il compagno Tom Sykes. Quest’ultimo è stato l’unico, assieme a Johnny, ad andare sotto il muro dell’1’31” oggi.

Marco Melandri si conferma comunque competitivo con il 3° tempo. E tenendo conto dei crono combinato delle due giornate di test SBK a Phillip Island, il pilota Ducati risulta secondo. Ieri, infatti, era andato sotto l’1’31”. Oggi 455 millesimi di distacco da Rea, invece. Per il 35enne ravennate comunque un buon ritmo in ottica gara. Più in difficoltà il compagno Chaz Davies, che con l’altra Panigale R del team Aruba Racing chiude 11° a poco più di un secondo dal leader di giornata. Il gallese non è ancora al 100% fisicamente e non vuole rischiare troppo.

Buon 4° tempo per Eugene Laverty con l’Aprilia. Il nord-irlandese si trova a suo agio in Australia, già ieri era andato bene. Oggi accusa 476 millesimi di gap da Rea. Fa meglio del team-mate Lorenzo Savadori, che con l’altra moto della squadra Milwaukee è 10° a 981 millesimi dalla vetta. Sesta piazza per Michael van der Mark (+0″533) con la prima delle Yamaha del team Pata. L’olandese si sta confermando più veloce del compagno Alex Lowes, che oggi ha chiuso al 7° posto con 772 millesimi di distacco da Johnny.

Bene Xavi Fores, che con la Ducati del team Barni è il primo pilota privato. Un ottimo 5° posto per lo spagnolo. Leon Camier (Honda) e Loris Baz (BMW) sono ottavo e nono, rispettivamente. Va detto che i primi dieci sono tutti racchiusi in meno di un secondo, dunque la battaglia può essere interessante nel weekend. Dodicesima posizione per Toprak Razgatlioglu con la Kawasaki del team Puccetti, davanti alla MV Agusta di Jordi Torres. Migliora Jake Gagne con l’altra Honda del team Red Bull, quindicesimo a 1″690. L’americano precede Yonny Hernandez, che corre su Kawasaki del team di Lucio Pedercini e ha un gap di 1″855 dalla vetta.

Tempi Day-2 (foto WorldSBK)
Tempi combinati Day1-Day2 (foto WorldSBK)

 

Matteo Bellan