CONDIVIDI

Max Biaggi
Max Biaggi (getty images)
Max Biaggi ha concluso anche il secondo dei quattro giorni di test in notturna sul circuito di Losail, in vista della sua terza uscita come wild card nel Mondiale 2015 di Superbike. Dopo la partecipazione alle tappe di Misano e Sepang il Corsaro chiuderà in bellezza questa stagione sul circuito del Qatar, un tracciato a lui molto familiare, dove ha corso sia in MotoGP che in SBK, ma mai nelle ore serali. “Girare di notte mi affascina da morire. L’occhio però si deve abituare alla luce emessa da questi enormi riflettori, che è davvero forte. Sembra davvero giorno”.

Il 44enne pilota romano lo scorso mese di agosto ha dimostrato di avere ancora la stoffa del campione a Sepang, dove ha conquistato il podio in Gara 1. Un risultato storico conquistato nonostante un infortunio rimediato qualche giorno prima. Fino a giovedì prossimo sarà impegnato in questo speciale allenamento che si sta svolgendo in situazioni non ottimali…

“Oggi è il secondo giorno di test e fino ad ora possiamo dire che le condizioni meteo incontrate non sono le migliori – ha dichiarato Max Biaggi a WorldSBK.com -. Le temperature sono elevate, 40 gradi di giorno e la sera, fino alle 10/11, ce ne sono ben 35, con l’80% di umidità. Sono condizioni estreme e, chiaramente, col fatto che è la mia sola moto a girare in pista, l’asfalto non è dei più puliti e sarà difficile che migliori nei prossimi giorni. Detto questo, il test è importante per recuperare un po’ di feeling con la pista e daremo il massimo per farci trovare pronti a questa nuova sfida”.

Un mese fa Biaggi era sceso in pista a Misano in occasione dei test post-gara di MotoGP, dove è tornato in sella alla sua Aprilia RSV4, dove ha constatato il miglioramento delle condizioni alla spalla: “Sono contento di come reagisce la spalla, non è ancora forte come prima ma almeno non mi fa male”.