CONDIVIDI
Marco Melandri vince a Phillip Island
Marco Melandri (©Getty Images)

SBK | Marco Melandri fa bis a Phillip Island: “E’ stato un sogno”

Marco Melandri mette a segno una grande doppietta a Phillip Island, al termine di una Gara2 combattuta e ricca di sorpassi, dove il flag to flag, deciso dalla Direzione Gara per ovviare ad un problema di tenuta dei pneumatici, ha rimescolato un po’ le carte in tavola a metà gara. Alla fine dei 22 giri il ravennate riesce a strappare la vittoria al fotofinish beffando il campione in carica Jonathan Rea.

Peccato per Chaz Davies che, poco dopo il cambio moto, ha rimediato una scivolata, forse pretendendo troppo dalle gomme ancora fredde, buttando via un’ottima occasione di vittoria. “Pensavo che avremmo comunque potuto giocarci la vittoria. Solitamente non usciamo dai box dando subito il 100%, quindi forse abbiamo spinto troppo. Ci rifaremo!”.

Melandri Bis: battuto Jonathan Rea!

L’asso nella manica di Marco Meladri è stata la curva 12, dove la staccata si è rivelata fondamentale per avere la meglio sulla Kawasaki iridata. Una giornata storica per la Casa di Borgo Panigale che vede sul podio Xavi Forse con la Panigale non ufficiale del Team Barni Racing.

“E’ stata una gara davvero impressionante, anche un po’ pericolosa, perchè al cambio gomme tutto è andato bene, ma tanti piloti su pochi giri possono essere molto veloci – ha dichiarato Marco Melandri -. Quindi tutti quelli che normalmente non lottavano per le posizioni di vertice sono entrati un po’ senza pensare e senza guardare, quindi è stato molto pericoloso. Fortunatamente negli ultimi cinque giri ci siamo un po’ scremati, abbiamo fatto un gran ritmo davanti e siamo riusciti a metterci un po’ in linea”.

Nel gran finale il pilota Ducati ha dovuto fare i conti con Jonathan Rea e con una moto che non gli ha dato le stesse ottime sensazioni del giorno prima. “Negli ultimi due giri ho provato a fare del mio meglio ma Jonathan ha risposto subito e in frenata non avevo la confidenza che avevo ieri. Dovevo cercare un piano B, riuscirlo a passare senza farlo in frenata e l’ultima curva fortunatamente mi viene molto bene – ha proseguito Marco Melandri -. Uscivo molto forte e sapevo che se non avessi fatto errori avrei potuto sfruttare il motore della mia Panigale con la scia visto che c’era vento contrario per provarlo a passare poi nel dritto e ce l’ho fatta. E’ stato uno sogno”.

Per il secondo appuntamento del Mondiale Superbike dovremo attendere tra un mese, in Thailandia, dal 23 al 25 marzo, dove le Ducati del team Aruba.it Racing proveranno a confermare lo stato di grazia e regalare altre grandi emozioni. “Buriram è una pista che mi piace, vado là per fare bene. Le condizioni meteo sono uno dei nemici più importanti di quel Gran Premio – ha concluso il leader della SBK -, quindi speriamo di non trovare 40° come lo scorso anno, ma una trentina sarebbero più che sufficienti”.

Luigi Ciamburro