CONDIVIDI
Valentino Rossi (©Getty Images)

Valentino Rossi potrebbe decidere di lasciare la MotoGP al termine della stagione 2018. Una decisione dettata dall’età (39 anni) e che prima o poi diventerà realtà nell’arco di massimo due anni. Molto dipenderà dalla competitività della Yamaha M1 2018 nelle prime gare della stagione. Ma in caso di addio chi sarà l’erede del Dottore?

Una gran sfilza di nomi arriva dalla sua VR46 Riders Academy, primo fra tutti Franco Morbidelli, il primo allievo a vincere un titolo mondiale e a fare il grande salto in classe regina. C’è grande attesa per vedere le sue prestazioni con il team Marc VDS in sella alla Honda e si fa già il suo nome qualora venisse fondato il team di Valentino Rossi in MotoGP.

Tra gli eventuali eredi di Valentino Rossi si fa il nome di Romano Fenati, il “ribelle” dell’Academy che ha lasciato il Ranch di Tavullia con una scia di polemiche. Nel 2017 il pilota ascolano ha chiuso il Mondiale di Moto3 al secondo posto, è pronto a gettarsi nel Mondiale di Moto2 strizzando l’occhio, però, alla MotoGP.

Quest’anno occhi puntati su Mattia Pasini, autore di una stagione 2017 in Moto2 a dir poco fantastica, anche se su di lui c’è il peso degli anni (classe 1985). Seguono Lorenzo Baldassarri, frenato da un brutto infortunio nella scorsa stagione, ed Enea Bastianini, 20enne romagnolo che punta al titolo 2018 in sella alla moto che l’anno scorso è stata di Joan Mir. Tanti i nomi “papabili”, ma la quasi certezza è che nessuno sarà mai ai livelli di Valentino Rossi e i suoi nove titoli mondiali.